pin up

A BREVE APRIRA’ LA PRIMA FABBRICA DELLE PIN UP D’ITALIA

foglio.jpg

Bocche rosse, sguardi sensuali e vibrazioni Burlesque. Sono le Pin Up di oggi. Le ragazze che adorano gli anni ’40 e ’50 e che desiderano avvicinarsi all’arte del Burlesque. Ma anche donne che vogliono ritrovare la femminilità perduta e girl formose che ricordano le Dive di un tempo. A loro ed a tutte le donne è dedicato il rivoluzionario Show Room multimediale chiamato Pin Up del 2000 e ribattezzato la “Pin Up Factory”.

 Il primo in Italia e sulla scia di quelli americani. Nasce ad Ancona, nelle Marche, la vera e propria “fabbrica” delle Pin Up e delle Burlesquer, ideata e fortemente voluta da Simona Sessa, giornalista, imprenditrice e blogger, nota per aver riportato in Italia il Pin Up style.

L’eclettica Simona ha pensato di creare uno Shop polivalente dove saranno forniti una serie di servizi e prodotti per tutte le donne desiderose di sedurre e sentirsi più sexy.

E’ un vero e proprio centro della bellezza e della seduzione dove molte ragazze e donne saranno trasformate in Pin Up e dove le Burlesquer esordienti potranno imparare l’arte del Burlesque oltre ad avere lo studio del personaggio personalizzato.

Scuola di seduzione 1.jpg

Una struttura dove avrà anche sede l’agenzia di Pin Up e Burlesquer di Simona Sessa, la Scuola di seduzione e Burlesque ( con servizio di trucco e parrucco d’epoca), uno studio fotografico per foto anni ’20-’30-’40-’50. Ma non finisce qui: anche uno Show Room anni ’50 con abbigliamento, lingerie ed accessori anni ’40-’50. Corsetti, cappellini, abiti per le pin Up di oggi, reggicalze, calze, scarpe ed accessori retrò.

 

Una novità assoluta per l’Italia. Pin Up del 2000 sarà tutto questo. Inoltre in programma mostre fotografiche e presentazioni di eventi, organizzati dall’associazione culturale Pin Up del 2000 di Simona Sessa che combatte anoressia e bulimia con il suo omonimo progetto sociale. Andranno in scena  eventi culturali dove l’argomento donna è sempre il protagonista.

Tra gli argomenti più scottanti: l’anoressia, la bulimia, la rivalutazione della donna in carne e tutti i temi legato all’universo femminile. Saranno organizzati incontri, letture di libri e mostre dedicate alla Pin Up.

Tra i tanti appuntamenti in cartellone: sfilate di lingerie ed abbigliamento  per  ricreare l’atmosfera degli show room degli anni ’50, caldi e accoglienti punti di aggregazione femminile.

Nuove idee, nuovi prodotti e tutto quanto ruota al mondo del dress e intimo femminile sarà al centro dell’interesse del negozio Pin Up del 2000. Finalmente un luogo delle donne e per le donne.

Un meeting point dove donne e ragazze di qualsiasi età potranno ritrovare la loro femminilità perduta e tornare ad essere sexy e seducenti.

Lo spazio esterno dello Show Room, consentirà a breve di sfogliare i numerosi cataloghi  seduti in gradevoli tavolini o semplicemente riposarsi durante lo shopping.

 

La politica ed il concept

 

Il filo conduttore e della politica di Pin Up del 2000 è basato sul progetto culturale della giornalista Simona Sessa ovvero di rivalutazione della donna formosa. Su tale progetto è basato l’operare dell’associazione culturale Pin Up del 2000 creata sempre da Simona che da anni si batte per la riaffermazione di un modello di bellezza formosa, tipica della donna mediterranea che si contrappone a tutti i diktat moderni della moda e dello Show System.

La sua è una battaglia iniziata qualche anni fa per aiutare e sostenere le ragazze e le donne ossessionate dal peso e dalla magrezza come identificazione di bellezza nella società odierna.

Il messaggio che la Sessa sta lanciando è: “Morbida e rotonda: così è la donna di oggi”.

Uno slogan per sottolineare il concetto che la donna di oggi è formosa e morbida. Una immagine sana e felice che si contrappone a quella della donna “grissino” veicolata dalla moda e dalla tv.

La rivalutazione della donna Pin Up è quindi una tappa obbligata per dimostrare come seducevano ed ammaliavano le donne degli anni ’40-’50 che mostravano con orgoglio pancetta, glutei torniti e seni abbondanti. E facevano impazzire gli uomini.

Le Pin Up sottolineavano con dovizia di particolari le curve con una lingerie sofisticata e curatissima che le rendeva vere e proprie bambole della sensualità. Erano vere donne, femmine al 100%.

Oggi il concetto della vera femminilità è evaporato: poche le donne che si curano ed esaltano la loro sensualità. Bisogna perciò tornare alla cura maniacale della persona: iniziare dalla lingerie ad ed a un modello più in carne, più sano e genuino.

associaz.gif

Ecco che lo Show room  Pin Up del 2000

sarà un negozio per le donne e dedicato alle donne che si ripropone di avvicinarle ai temi più scottanti dell’universo femminile indicando loro la strada della seduzione.

 

 L’arredamento

 

Anche il design e l’estetica del negozio saranno originalissimi: retrò e molto glamour.

Si ispirerà ai negozi tipici degli anni ’50 con arredamento in pieno stile Pin Up e Burlesque. Quadri ed immagini ispirate alle Pin Up di ieri e di oggi. Tutto sarà studiato nei minimi particolari.

La musica in sottofondo sarà quella degli anni ’50 e continuerà a creare quell’atmosfera intima e tipicamente femminile.

marchio2.jpg

All’interno del Pin Up store in esclusiva nazionale saranno venduti i prodotti a marchio Femmina Pin Up di Simona Sessa ed altri brand mondiali. Lingerie, abbigliamento, cosmetici, bijoux e tanti prodotti per esaltare corpi formosi.

 Il “format” del negozio Pin Up del 2000 è unico nel suo genere e pensato da Simona Sessa per creare il nuovo trend ispirato alla donna Pin Up.

A breve sarà rivelata la sede dello Show Room Pin Up del 2000 e la data di inaugurazione.

Pin Up del 2000: la fabbrica delle Pin Up e delle vere femmine!

 

Per info: pinupdel2000@alice.it

               Cell 333 7499566 (dalle 15 in poi)

              www.pinupdel2000foto.com

 

agenzia8.jpg

LE SCUOLE PIU’ IN” DI BURLESQUE D’ITALIA

new010_banner_corsi.gif

Care amiche,

 

mi avete scritto in tante e tutte con la stessa richiesta: parlare delle scuole di Burlesque in Italia. Ebbene mi sono informata e sono qui con grossissime notizie.

Iniziamo dall’Emilia Romagna, Parma

CORSO DI BURLESQUE l’arte della seduzione con Lou Lou Leroy

il corso è aperto a tutte le donne desiderose di conoscere e imparare l’arte della seduzione per riscoprire la femminilità di altri tempi con un pizzico di malizia, auto ironia, tanta voglia di giocare a trasformarsi e dare una nuova “verve” alla propria fantasia.

Le lezioni comprendono TONIFICAZIONE di tutte le parti del corpo per apprendere consapevolezza di essi, gestualita’, portamento, coreografia, free style e cenni di make up.

il tutto accompagnato da tanta voglia di divertirsi

a Parma

-presso DANZAMANIA A.S.D via Bernini 7/a  tel 348 4028615

-CID centro internazionale danza CID centro internazionale danza via Pasubio 3/t 0521 781770,

 

 Disponibilà anche a spostarsi per workshop in altre città per info louloumoiselle@yahoo.it  3478325049

 

A Roma c’è il famoso Micca Club

http://www.miccaclub.com/

Corsi di Burlesque Per Tutti. I corsi sono strutturati in maniera più specifica e danno anche la possibilità di realizzare un vero spettacolo completo di coreografia, fornendo delle basi teoriche sul movimento del corpo e sulla ricerca del personaggio da interpretare. Il direttore artistico Alessandro Casella ha messo insieme una team di insegnanti provenienti dal mondo del Burlesque, ma anche del teatro e della danza. L’obiettivo è quello di portare la partecipante del corso ad un livello per cui possa realizzare uno spettacolo dal vivo.
Il Corso si compone di 13 ore di lezione e 2 ore di Workshop con una performer internazionale

Le 2 migliori partecipanti al corso avranno la possibilità di potersi esibire in pubblico durante uno dei spettacoli del Micca Burlesque Show.

Scrivete o chiamate lasciando un vostro recapito telefonico ai seguenti contatti:
burlesque@miccaclub.com
06 87 44 00 79

Sempre a Roma c’è la Scuola del Burlesque di Grace Hall IL TEMPIO DEL BURLESQUE

L’obiettivo principale del Tempio del Burlesque è formare delle vere professioniste rendendole capaci di entrare nel mondo dell’intrattenimento

Ma la scuola può essere rivolta anche a chi è semplicemente stimolata a riscoprire i segreti di una femminilità dimenticata.

DURATA

Il corso ha una durata di 8 mesi, da Ottobre 2010 fino al Maggio 2011 incluso, suddivisi in tre livelli ( l’Apprendista, la Debuttante e l’Artista).
Gli orari delle lezioni verranno definiti a seconda delle esigenze delle partecipanti.
Ci sarà una riunione preliminare con le allieve.
La frequenza delle lezioni è di 6/8 ore la settimana ed è obbligatoria .

DOVE

Scuola di Grace Hall ha da tempo cambiato sede… attualmente è

Ex Lanificio
Via Pietralata 157
Roma

per qualsiasi info  contattare a ufficiostampa@alfaprom.com
oppure al 333 4915100

A Milano poi c’è la Burlesque School di Mizzy von Wolfgang, fondatrice e direttrice della Scuola milanese, si sta attualmente specializzando presso la prestigiosa Burlesque Academy di Londra, dopo aver studiato scenografia e danza-cabaret con maestri di fama internazionale e aver frequentato la Scuola di Burlesque di Vancouver.

Nel Burlesque non viene celebrata l’immagine della donna fisicamente perfetta, qui ogni donna con le sue curve, forme e taglie diverse, finalmente ha l’occasione di sentirsi attraente ed apprezzata ed esibire in questo modo la sua unica ed irripetibile femminilità ed aumentare la propria autostima.

Il gioco di seduzione erotica qui viene proposto in forma di piccoli sketch, spesso umoristici, interpretando il testo di una canzone o con una danza allusiva.
La sensualità è spinta, audace, provocatoria, oppure ironica e irriverente e diverte sia le performer che il pubblico.

info@burlesqueschoolmilano.com

http://www.burlesqueschoolmilano.com/

Passiamo a Napoli e sempre Milano

Con l’ausilio di maestri di pluriennale esperienza, La Cave, associazione culturale, organizza corsi di burlesque (base e avanzato), con componente teorica (storia del genere, della sua musica e degli oggetti) e pratica (portamento, pose, camminate e movenze, utilizzo degli oggetti, costumi, creazione della scenografia, make up e hair stylist).

La responsabile didattica è Carlotta Cannata, ballerina professionista e performer di burlesque col nome di Lily Le Ludique che vi condurrà alla scoperta del proprio lato sensuale,ironico e comico, fino alla costruzione di un vero e proprio ‘alter ego burlesque’.


Milano – Ass. Culturale La Cave Via Luigi Bertelli 16/A – a 400 metri da MM rossa fermata Turro
Napoli – Cabaret Port’Alba, Via Port’Alba, 30
info@missburlesque.it

 

CORSI DI BURLESQUE A TREVISO


mandate pure una mail a valia.benedettilibero.it”

 

Corso di Burlesque guidato da Ruffy Lu a Torino

 Direttamente dalla Germania, Ruffy Lu, Burlesque performer di origini tedesco-russe, sembra essere una Diva degli anni ’20, ’30 e con la sua ironia, sensualità e piccantezza risulta essere intrigante, misteriosa e timida allo stesso tempo.

Adora mascherarsi e travestirsi esibendosi in differenti numeri: dal domatore misterioso, alla sensuale Odalisca per passare all’imprevedibile sirena, sino poi a giungere alla superba Carmen.

 Ruffy Lu ha lo charme di una Diva Pin Up, bellezza e fisico statuario, sembra essere una dea Greca.Ha affiancato e collaborato con le più grandi Burlesque Performer fra cui l’inglese Empress Stah.

Entrando in questo nuovo ambiente sarete affascinati da un mondo ricco di brillantini, sorprese, piume ed ali dorate, lasciatevi dunque guidare da Ruffy Lu.

 

E-mail

info@accademiatf.eu

Telefono

011 3740901 – 348 4773151

Sito Web

http://www.accademiatf.eu

·       foglio.jpg  Ma la novità delle novità è ad Ancona – Marche. E’ imminente l’apertura del primo Pin Up e Burlesquer  Factory, ovvero il quartier generale dove donne e ragazze potranno diventare Pin Up e Burlesquer.
L   L’ho ideato io e si chiamerà Pin Up del 2000. Oltre allo Show Room ufficio ci sarà la mia Scuola di Burlesque e di seduzione. Faremo lezioni di trucco, parrucco Vintage, Burlesque. Studio personalizzato,di look per Pin Up e Burlesquer, coreografie per Show, fotografie Pin Up e d’e…poca. E tutto per il look Pin Up e Burlesque. Si tratta della prima Pin Up Factory d’Italia. Si entra ragazze normali e si esce Pin Up..
E Sarà anche la sede della mia agenzia di Pin Up. Inoltre presentazioni di eventi sociali e sfilate dei miei capi. Si tratta di un progetto nuovo ed originalissimo.
Il   Il quartier generale della bellezza dove ritrovare la femminilità, imparare a truccarsi come le Pin Up e camminare sui tacchi. La prima scuola di Burleque + seduzione tutto in uno. Si entra normali e si esce da Pin Up e da Burlesquer. Sarà anche la sede della mia agenzia di Pin Up e Burlesquer www.modellepinup.com e Show room dove poter ammirare i capi che vendo nel mio Pin Up store www.pinupstore.org
Attualmente sto curando le coreografie di varie artiste nuove di zecca del Burlkesque come Mousit e Vanille Bon Bon, lanciatissime in tutta Italia. Ogni ragazza avrà look personalizzato attinente alla sua personalità ed i personaggi vintage saranno studiato perfettamente. Vi ricordo che ho studiato danza e coreografie e in passato sono stata una delle prime in Italia a fare Show vintage e di trasformismo fino a portare lo strip Doc in tv nel programma Faccia Tosta con Teo Teocoli.
Per prenotarvi fin da ora visto che sono tante ragazze in lista scrivete a pinupdel2000@alice.it o cell 333 7499566 di pomeriggio.
 
 
·   

ADDIO ALLA MITICA JANE RUSSELL: SOPRANNOMINATA “IL SENO”

janerussell0.jpgE’ toccato a Bettie Page circa un anno fa ed ora tocca a lei. Jane Russell se ne è andata giorni fa ed ha raggiunto la sua collega amica Marilyn Monroe al di là dell’acorbaleno. E  morta all’età di 89 anni per una crisi respiratoria nella sua abitazione a Santa Maria, in California.

La bellissima Jane era una bomba sexy degli anni ’40 e ’50 ed è diventata famosa con film come “Il mio corpo ti scalderà”, del 1943, in cui interpretava la supersexy amante del bandito Billy the Kid. E che dire del film: “Gli uomini preferiscono le bionde?”. Pellicole che resteranno un cult per tante donne orgogliose delle proprie curve e per tanti uomini che ancora oggi sono turbati dal fascino tentatore e formoso della bella Jane.

Sono profondamente attirata da tutte le Star e donne sexy degli anni Quaranta e Cinquanta ma una donna che ha lasciato un segno indelebile dell’immaginario erotico degli uomini e nella mia vita è sicuramente Jane Russell. Bella, esplosiva, alta e “tanta” Jane è stata una delle Pin Up più amate.

Jane_Russell.jpg

Una celebre foto che la ritrae sdraiata sopra un covone di paglia in tutta la sua prorompente avvenenza fu un emblema che la fece diventare una celebre Pin Up, tra le preferite dai soldati americani al fronte durante la seconda guerra mondiale.

Il suo sguardo fiero e aggressivo, il suo corpo morbidamente sdraiato sulla paglia hanno l’effetto di un pugno nello stomaco. Stiamo parlando di una donna che grazie alla sua traboccante femminilità è riuscita a imporsi come sex symbol mostrando una spalla o una scollatura vertiginosa. Ma soprattutto grazie al quel carisma e femminilità esplosiva che l’hanno resa una delle donne più desiderate del mondo.

Tra le Pin Up Jane è quella che più sento cucita sulla mia pelle, quella che più mi assomiglia.

Alta, fisico formoso, quella sua “tanta” carne ben distribuita e quella faccia strafottente non sdolcinata che invece caratterizza la sua “rivale” Marilyn Monroe. Quest’ultima era la gatta che faceva le fusa mentre Jane era aggressiva nei suoi modi di sedurre e porsi alle telecamere. Jane una femmina visceralmente sexy e bella.

Soprannominata il “seno” interpretò ruoli sostanzialmente congeniali al suo tipo di donna bella e formosa.

Insieme a Lana Turner, Jane Russell ridisegnò il concetto della sensualità. Nel secondo dopo guerra dove la magrezza e la denutrizione la facevano da padrona corpi come quello di Jane con grandi seni e forme morbide erano rassicuranti e molto sessuali. Ecco perché ebbe un grande successo. Ed ecco perché i suoi ruoli sono sempre stati quelli di una femmina ultra femminile: vedi film come “Femmina Ribelle”, “Il mio corpo ti scalderà”, “Gli uomini sposano le brune” o “Gli uomini preferiscono le bionde”. Fu scoperta dal regista  e miliardario H. Hughes che la lanciò sugli schermi nel 1943 e che creò il personaggio Russell mettendo in risalto la sua prepotente bellezza e la sua sensualità aggressiva.

 

Marilyn-Monroe-11.jpgJane Russell come Betty Page, Marilyn Monroe, Sofia Loren, Monica Bellucci, Marlene, Rita Hayworth, Anita Ekberg, fa parte di quel genere di donne che oggi, a parte pochi esemplari, si sono estinte. Ovvero sensuali e iper femminili che seducono gli uomini con un  sguardo, con una semplice camminata, muovendo gli occhi o ridendo. Senza necessariamente spogliarsi.  

Basta un sorriso per diventare ammaliatrici. Un bacio per essere seduttrici. Un flirt per diventare l’oggetto del desiderio di milioni di uomini. Il loro è un sex appeal innato, non ostentato e non esibito a tutti costi. C’è e basta. La vera seduzione non è mai voluta. Semplicemente accade.

 

Si tratta di donne che non studiavano nulla a tavolino. Erano sé stesse con traboccante sessualità ed accomunate da corpi morbidi e sinuosi che anche se ritoccati ad arte non sono mai stati palesemente individuabili per l’aiutino del chirurgo.

 

Queste donne femmine sono lontane anni luce dalle attricette di oggi, veline e prezzemoline che si scoprono, si spogliano anche con non poca volgarità pur di farsi notare. Loro devono farlo perché non sono nessuno.

Non saranno mai come Betty Page o Marilyn che a distanza di anni sono ancora icone dell’erotismo.

 

  

E non potranno esserlo perché non sono femmine dentro. Sono belle con un bel fisico e completamente trasformate ad arte in personaggi da copertina. Ma da qui ad avere carisma di donne e femmine ce ne vuole. Non basta essere 1,80, avere un bel viso o un bel corpo per essere grandi donne del cinema o della tv. Oggi non basta. E men che meno negli anni ’50.

E allora vi chiederete perché vediamo le starlette di oggi campeggiare su riviste e in tv. Semplice. Nella tv trash e del non-valore ci deve essere posto per le prezzemoline. La tv che macina il niente produce il niente.

E allora ben vengano le schedine, vallettine ecc. Io però, come tanti in Italia, continuo a sognare le Pin Up come Jane Russell.

Un omaggio quindi alla donna più femmina di tutte. Un simbolo dell’eros con la E maiuscola.

(tratto dal libro Pin Up del 2000 di Simona Sessa, ediz. Lulu.com)

 

janer1.jpg

SCUOLE DI BURLESQUE: RIFLESSIONI E DINTORNI

burlesque_784x0.jpg

Riflettendo qua e là mi sono accorta che tante scuole di Burlesque sono spuntate come funghi. Corsi settimanali, mensili, workshop, eventi: insomma il burlesque è diventato un affare d’oro. Eh, si un business grande e remunerativo per tante persone.

Perché dico questo? Semplice: perché il Burlesque, ovvero l’arte dello spogliarello goliardico e artistico in chiave anni ’40, è diventato di moda. Una vera e propria moda dilagante. E così i corsi si sono moltiplicati e le “docenti”, a parte qualcuna veramente preparata, si sono centuplicate. Pseudo insegnanti che si prefiggono di insegnare queste prestigiosa arte che ha consacrato donne come Tempest Storm nella storia dello spogliarello d’autore. Donne e ragazze che “improvvisamente” si sono messe ad insegnare pur non avendo la qualifica sufficientemente conquistata sul campo. Ma la cosa ridicola è che insegnano in scuole di alcune delle città più importanti d’Italia.

burlesque_lead_wideweb__470x3120.jpgLa loro peculiarità? Hanno sdoganato definitivamente il Burlesque a tutte le categorie di donne. Casalinghe, parrucchiere, impiegate, professioniste: tutte ad imparare lo spogliarello Doc. Sapete le risate che mi faccio quando vedo l’insegnante fotografata con le sue allieve intorno?

Donne datate e con un fisico che certo non si presta al Burlesque perché l’occhio vuole la sua parte e si richiede un corpo armonico e proporzionato. E allora come mai la maestra non ha distolto certe donne non idonee dall’iscriversi?

Come mai hanno accettato le loro iscrizioni mettendole in ridicolo? Eh si, perché provo pena nel vedere donne confuse, dalla faccia forzatamente divertite campeggiare in foto addobbate come alberi di Natale. Provo orrore a pensare che per soldi nessuno ha fermato queste povere “vittime” spiegando che spogliarsi con i pastease non avrebbe certo aiutato a sedurre il marito ma che era necessario un lavoro interiore e poi estetico.

Ora, a parte le donne che sono professioniste che  fanno il Burlesque  per lavoro, non capisco a cosa possa servire a una casalinga con qualche ora libera di sera imparare a sculettare in perizoma e piume di struzzo. La cosa mi fa veramente ridere. Perché è chiaramente questo l’aspetto del business: insegnare anche alla donna meno idonea a spogliarsi su un palco. Per il marito in privato..Mi viene da ridere immaginando la scena..

ditavonteese.jpg

La cosa più assurda? Molti di questi corsi di Burlesque si definiscono corsi di seduzione.

Ma sapete veramente  cosa è la seduzione? Per prima cosa non è legata a indossare un bustino con una stola di piume.

La seduzione è una cosa che può anche essere slegata dal burlesque e spesso lo è. Allora cosa si insegna in  questi corsi? La seduzione?

Ma poi chi la insegna? La vent’enne di turno? Eh no..Qui non ci sto. La seduzione può insegnarla chi si è conquistata il titolo sul campo e chi ha maturato esperienza tale negli anni da averla provata con successo su sé stessa.

Diffido sempre di chi si propone esperta e si “butta” sulla moda del momento per fare un business. Ma di queste persone ahimè ce ne sono tante…Troppe…

A chi mi chiede se insegno Burlesque nei miei corsi di seduzione e cosa insegno ricordo che ho attivato un corso di seduzione e femminilità da anni. E non esisteva alcuna moda del momento. Insegno via cam, con lezioni private e di gruppo come si è sexy e sicure di sé.

Partendo da un percorso psicologico per arrivare al look, lingerie e abiti. Al max faccio laboratorio di Burlesque ovvero visione di Dvd d’epoca Burlesque con le artiste di un tempo oppure di dvd dove una nota performer straniera insegna passo dopo passo.

Se interessate ai miei corsi che si tengono via cam oppure privati o di gruppo ricevo ad Ancona nel mio Show Room.

Scrivetemi a simonasessa@pinupstore.org

 

Scuola di seduzione.jpg

 

 

UNO SPECIAL SU DI ME E SUL CALENDARIO SU SKY.IT

sky.jpg

Grandioso! Finalmente anche il sito Sky.it ha pubblicato diversi articoli sul mio calendario e su di me. Sono felice di annunciarvi che siamo approdate sulle patinate pagine di questo sito molto bello e curato.

IMG_9178.jpg

Iniziamo da me…E’ uscito l’articolo special su di me nel sito di SKY.it con intervista esclusiva e fotogallery con 36 foto..

C’è il richiamo nell’ Home page. Si parla di me, di donne con le curve e taglie “carnose”.


Un’altra vittoria per tutte noi Pin Up del 2000. Ve l’avevo detto che vi po
rtavo lontano?

 

L’articolo lo trovate qui:

http://mag.sky.it/mag/life_style/2010/10/22/simona_sessa_pin_up_intervista.html

La gallery è qui:
http://mag.sky.it/mag/life_style/photogallery/2010/10/22/simona_sessa_pin_up.html

 

copertina-bassa.jpgGiorni fa è uscito anche il richiamo del calendario Pin Up del 2000, ideato da me e realizzato dalla mia associazione culturale Pin Up del 2000 che combatte anoressia e bulimia.

 

 

E’ stato inserito tra i migliori calendari del 2011 dallo Staff di Sky.it

 

 

 

 

 

Trovate qui lo spazio dedicato:

http://mag.sky.it/mag/album/speciale_calendari_2011.html

E qui la fotogallery del calendario sempre su Sky.it:

http://mag.sky.it/mag/life_style/photogallery/2010/10/13/calendario_pin_up_del_2000.html

Altra pagina a me dedicata da Più, un giornale di Ancona che parla di me e sempre del calendario.

simona.gif

ANCHE SKY PARLA DEL CALENDARIO PIN UP DEL 2000

copertina-bassa.jpg

Cari amici è con un particolare orgoglio che vi annuncio che oggi siamo sulle pagine del prestigioso portale Sky.it con il calendario Pin Up del 2000, ideato da me e dalla mia associazione culturale Pin Up del 2000, per combattere anoressia e bulimia.

Ecco il link preziosissimo:  http://mag.sky.it/mag/life_style/photogallery/2010/10/13/calendario_pin_up_del_2000.html

E qui il calendario inserito tra i migliori calendari del 2011

http://mag.sky.it/mag/album/speciale_calendari_2011.html

Che gioia e che soddisfazione. Per me, per le ragazze, per i fotografi, hair e make up stylist, per tutto lo staff. La speranza è che si accendano il più possibile i riflettori su questo calendario calendario glamour, ammiccante e di gran gusto.

100% curve naturali, 100% no photoshop (nei ritocchi del corpo), 100% italiano e 100% donna.

Vi ricordo che il calendario che combatte anoressia, bulimia e disturbi alimentari a colpi di curve. Scatti Doc che immortalano dodici belle ragazze  tra esordienti e modelle, un tempo ammalate o insoddisfatte del proprio corpo, ora perfettamente guarite.

Il calendario Pin Up del 2000 è il prezioso frutto di una costante e serrata lotta ai disturbi alimentari operata da me e dalla mia associazione culturale “Pin Up del 2000” che ha ideato un progetto efficace nell’aiutare donne scontente del proprio aspetto fisico e delle proprie rotondità.

Dodici scatti che lanciano un messaggio importante e che hanno aiutato le protagoniste ad amarsi ed accettarsi di più. Una vetrina dove mettere in mostra con orgoglio il proprio fisico formoso e gridare a tutti che “Gli uomini preferiscono la carne”. Le ragazze in pose e look Pin Up, vestono dalla taglia 44 alla 48, e sono state selezionate da me ed inserite nel database dell’associazione proprio per sottolineare che “Le vere donne hanno le Curve!”.

 

mix-tutte.jpg

Il calendario

Pin Up del 2000 combatte quindi l’ideale insano di bellezza filiforme odierno ed i condizionamenti psicologici degli stilisti e dei mass media che sono alla base delle insicurezze e fragilità istillate sapientemente nelle menti delle utenti. Gli scatti dei dodici mesi ripropongono  il mito delle Pin Up come nuova chiave di lettura per corpi felici che esprimono salute e bellezza. Donne che sanno accettare le proprie curve ed una fisicità prorompente che le rende meravigliosamente uniche.

Le protagoniste con i loro nomi da Pin Up sono: Marlene Rouge – Lady Coco – Momo Vain Dean – Betty Fire – Miss Lollo – Lisa M.lle Debonbons – Mousit – Lady Delish – Miss Vivien – Marilyn Bon Bon – Saryn – Jane Butter.  

Tutte sono state immortalate da sei fotografi  emergenti. Professionisti che hanno aderito gratuitamente al progetto “Posa come una Pin Up”  ideato da me per la lotta ai disturbi alimentari.
I nomi: Fudesan, Daniele Mora, Scontrosa velenosa, Pin Up del 2000, Alessandro Olivares ed Elena Strada.

Il calendario è interamente autoprodotto dall’associazione culturale Pin Up del 2000 ed è venduto a prezzo “sociale” per sostenere le nuove iniziative. 

La madrina del calendario è Maethelyiah, artista italo inglese e figlia d’arte, volto noto del gruppo Blooding Mask. Maet ha aderito e sostenuto il progetto Pin Up del 2000 ideato dalla mia associazione.

Make up e Pin Up style: Simona Sessa – Silvia Make Up.

Info nel sito ufficiale dell’associazione Pin Up del 2000 www.pinupdel2000.com

Qui potete guardare e scaricare il calendario:

http://www.pinupdel2000.com/ecco-il-calendario-pin-up-del-2000.html

“POSA COME UNA PIN UP”: L’INNOVATIVA INIZIATIVA SOCIALE PER COMBATTERE L’ANORESSIA E LA BULIMIA

!cid_F2476262-308B-407E-8598-CB5BE8716FAC.jpgHai sempre sognato di posare come una Pin Up? Desideri mostrarti in tutta la tua bellezza mediterranea? Vuoi gridare al mondo che la vera donna ha le curve?

Da oggi tutto ciò è diventato realtà grazie all’iniziativa sociale “Posa come una Pin Up” ideata dalla giornalista, scrittrice e blogger Simona Sessa che da anni combatte per la riaffermazione di una bellezza più sana e in carne.

“Posa come una Pin Up” è  un efficacissimo  modo di combattere anoressia e bulimia ritraendo belle ragazze formose, plus size, maggiorate e corpi burrosi e pieni di salute. Tutte ragazze orgogliose delle proprie curve desiderose di posare come le Dive anni ’40 e ’50, finalmente libere dagli stereotipi di una magrezza innaturale.

Requisiti per partecipare? Vestire dalla taglia 44 in su, non essere perfette, belle  ma un tipo con tanto carisma e sexy appeal.

 
“Posa come una Pin Up” è un modo efficace di piena accettazione del proprio corpo formoso – spiega Simona Sessa -. E funziona davvero. Per le ragazze che guardano le foto che hanno così modo di vedere quanto una donna con le curve sia molto più sexy ed ammaliante. E anche per la ragazza fotografata perché la libera da complessi, da insicurezze e paure per avere una fisicità burrosa e non rispondete a quella dei canoni che la società impone”.

!cid_094AE55A-9AF6-4972-8E9F-A603EA085168.jpgLe ragazze formose più interessanti (esordienti e non) desiderose di posare da Pin Up, avranno la possibilità di essere fotografate dai fotografi che hanno aderito all’iniziativa senza alcun esborso economico.  Ovviamente dovranno essere selezionate dalla Sessa e dal suo staff in collaborazione con i fotografi che hanno aderito all’iniziativa.

E le foto sono inserite nel database dell’agenzia della Sessa di ragazze Pin Up, formose, Burlesque, Plus Size e nel sito Modelle Pin Up (www.modellepinup.com) creato da Simona per proporre le ragazze nel comparto moda/tv/spettacolo ecc.

Il portale è una vera e propria novità in questo settore ed è il 1 d’Italia che raccoglie modelle in carne, ragazze e donne con le curve, Pin Up, Perfomer Burlesque.

Il portale è nato per fornire modelle e donne in carne a tutti coloro che cercano particolari bellezze formose e l’idea è quella di creare un unico database di modelle con le curve (professioniste e esordienti) e Burlesque Performer da inserire nel comparto lavorativo (pubblicità, tv, giornali, locali ecc).

 “Sono sempre più le richieste di lavoro per donne  con le curve e spesso è difficile trovarle perché in Italia le ragazze e modelle che lavorano portano la taglia 40-42 – spiega Simona Sessa, promotrice in Italia del Pin Up style e del 1 Pin Up Store d’Italia www.womanshop.it -. Ho deciso perciò di creare questo database di ragazze per agevolare l’incontro tra l’offerta e la risposta di lavoro per ragazze e donne procaci.  Oltre a ragazze esordienti sono state inserite anche le vincitrici di quest’anno del mio concorso Miss Pin Up”.

!cid_0017BF4B-EB4C-43C6-AB9B-1D2B0CC4678F.jpg

Tutte le ragazze che  inserite nel database sono seguite dalla Sessa grazie al suo management.

 

 Info: pinupdel2000@alice.it

 

In foto Sophie Lamor, fotografata da Alex Comaschi, trucco e parrucco Pin Up by Ory

 

ok.jpg

DONNE SCHELETRI: LA MORTE DELLA FEMMINILITA’

 

VB_magreAngelinaJolie01.jpg

VB_magre_AmyWinehouse.jpg

Stavolta parto da una notizia confortante apparsa su MSN ovvero che: “

La buona notizia è che le donne stanno facendo pace con le proprie curve, e dopo un lungo periodo in cui la bellezza è stata sinonimo di magrezza estrema, torna alla ribalta il fascino delle morbida sinuosità femminili.

Questo in teoria, anche se in pratica dallo star system riceviamo ancora messaggi contrastanti, con modelli di bellezza che sfoggiano silhouette ridotte all’osso, volti tirati e fisici androgini, anche a pochi mesi di distanza dal parto.

Essere snelle di costituzione non è certo un reato, e in definitiva l’importante è sentirsi in sintonia col proprio corpo. Sta solo a noi decidere a quale modello ispirarci!”.

 E fin qui tiro un respiro di sollievo perché è bellissimo vedere i trend cambiare e tutto quello per cui i sei battuta da anni affermarsi naturalmente…

Ma guardo le foto e mi sento male…Donne ossute, anoressiche felici e convinte di non esserlo. Donne affermate prigioniere della magrezza estrema e del patimento fisico. Corpi che urlano tutto il loro dolore e visi emaciati che nulla hanno più della bellezza di un tempo. Sono le Star scheletriche di oggi che credono di dettare moda con la loro magrezza ma che invece a noi persone sane di mente fanno inorridire.

VB_magre_NinaMoric.jpgDonne che a manco 30 anni sfoggiano volti tirati, pallidi e pieni di rughe, capelli indeboliti e cadenti, ossa che escono dal loro scheletro e gambe da film dell’orrore…Come può vedersi una donna bella quando si è ridotta così??? Di bello non c’è nulla..solo l’immagine di corpi che ricordano i campi di concentramento..In questi giorni queste immagini sono più vive che mai ed io penso a quei patimenti inflitti oppure alle persone del terzo mondo così magre perché patiscono davvero la fame.

Queste immagini di donne ossute non hanno più nulla di femminile. Sembrano zombie che trascinano i loro mucchietti di ossa sfoggiando il ginocchio con rotula a vista.

Più guardo quelle foto e più capisco che sono tutte anoressiche (la Jolie e Amy lo hanno ammesso), le altre Star no. Ma il risultato non cambia. La malattia sta facendo il suo corso ed i loro cervelli ormai sono ottenebrati da immagini distorte e sbagliate delle donne

Dopo tanto disgusto (consentitemelo) pubblico queste immagini suoavi di edy Williams, reginetta degli anni ’60 e moglie di Russ Meyer che in fatto di donne in carne ha sempre capito tutto.. Guardate l’armonia del corpo e l’espressione del volto. Di gioia, Di orgoglio. Di felicità. Questa è una femmina. Le altre sono spaventapasseri. Altro che bombe sexy…

 (come si è ridotta Nina Moric nella foto sopra

 16869_1252889973759_1574820838_615276_1446871_n.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 Celebrity-Image-Edy-Williams-234278.jpg

  

Il NUOVO EVENTO BURLESQUE: LE RAGAZZE LEGGONO NUDE

09192005_fandance2.jpgSalve ragazzi oggi vorrei parlare e commentare questo articolo apparso su Repubblica sul nuovo fenomeno di costume Burlesque.  Lo spettacolo-evento di giovani donne bellissime e svestite
Un fenomeno che sta dilagando in tutti gli Stati Uniti.
Ragazze nude che leggono libri
ma ad alta voce, al pubblico pagante.

L’inizio dell’articolo è questo:

 Luci basse e ambiente intimo. Pochi tavoli intorno al piccolo palco, una ventina di persone come pubblico e un divano sistemato al centro della scena. Lì, morbidamente, siede una ragazza dai capelli mori e lunghi. In mano ha una copia del libro “Candido o l’ottimismo di Voltaire” e per gli spettatori legge alcuni passi. Ad alta voce. Completamente nuda.

Si chiama Michelle l’Amour ed è la fondatrice delle Naked Girls Reading (http://nakedgirlsreading. com), letteralmente ragazze nude che leggono. Ed effettivamente lo spettacolo evento che sta facendo parlare gli Stati Uniti, altro non è che un gruppo di ragazze nude, bellissime e spesso già note dal pubblico del burlesque, che leggono ad alta voce pagine tratte dai romanzi scelti in base al tema della serata”.

Per leggere tutto l’articolo andate qui.

http://www.repubblica.it/spettacoli-e-cultura/2010/01/15/news/nude_alla_lettura-1963455/

193404679-66069ba6-073f-4ab5-a552-803b2a497f73.jpgOra molte di voi mi hanno contattata chiedendomi un parere sulle donne completamente nude. E voglio darvelo…Come ho scritto nel libro Pin Up del 2000 penso che la nudità via volgare. Volgarissima.

Guardando qua e là tra i programmi tv di massa e i calendari delle starlette di oggi mi viene un senso di depressione totale….

Corpi completamente nudi sbattuti in faccia alla gente, seni ipergonfiati e fisici trasformati dal chirurgo che sembrano creati per il mercato della prostituzione. Oche giulive felici di fare calendari nude perché il “nudo è artistico”…. Sarà artistico ma il troppo è volgare.

Certe immagini sguaiate possono piacere sono alle categorie più popolari….Insomma l’erotismo è diventato sinonimo di sguaiatezza, di ostentazione e di carne o meglio di silicone al vento.

Così si ritoccano in molte per farsi fotografare e per proporsi a chi conta nel mondo dello spettacolo. Ormai pur di lavorare, di apparire molti sono pronte a svendersi, a fare cose in nome di un successo effimero o consolidato. E per farlo ecco che il nudo e le trasgressioni possono essere l’unica chiave di accesso immediata. Sarà ma così la donna diviene puramente un oggetto sessuale ed il cervello risulta così mortificato ed annullato ancor più.

Quale donna che si ama realmente può abbassarsi a tali porcherie?

Badate che ho 40 anni e mi ritengo una donna passionale ma a certi compromessi con il mio corpo non mi sono mai abbassata. Compreso quando sono andata a Roma per tentare di lavorare nello spettacolo e ho capito che per farlo dovevo passare per una serie di letti. Più o meno importanti…

Sono tornata a casa a mi sono trasferita ad Ancona dove mi sono messa a fare la giornalista e a ricominciare da 0.

E per quanto sono un personaggio tv conosciuto e nell’occhio del ciclone non farei mai un calendario nuda ma lo farò sexy. Da Pin Up.

Che belle le foto di quelle Pin Up in intimo sexy, con calze autoreggenti e trasparenze ovunque. Fantastico quell’effetto vedo non vedo…

Il seno stretto tra laccetti e bustier. Quello è vero erotismo che piace agli uomini.

La carne buttata in faccia vi assicuro che non è mai piaciuta ai maschietti. Loro sono celebrali. Vogliono vedere, immaginare, scoprire…

bordello1.jpgEcco perché riguardando le foto di Betty Page e di Marilyn non posso far altro che restare senza fiato…E io sono donna…

Sorrisi seducenti, calze a rete, spacchi strategici, scolli sexy e reggiseno maliziosi.

Eh sì che le Pin Up restano nell’immaginario collettivo le più sexy, loro si che conoscevano i segreti della vera seduzione. Che ammaliavano con un sorriso.. Sensuali ma mai volgari.

Se lo capissero tante sciacquette della tv allora ci eviterebbero il triste spettacolo di tanta carne nuda, ritoccata  e assolutamente finta.

Uno spettacolo che sarebbe meglio ci evitassero….

PIN UP DEL 2000: IL PROGRAMMA WEB PER DONNE CON LE CURVE

marchio.jpgCari amici che mi seguite finalmente è scoccata l’ora X e posso finalmente annunciarvi che ho partorito un’iniziativa davvero interessante per tutte noi donne formose!

Finalmente potrete dire la vostra sulla discriminazione delle donne in carne nella nostra società e sul messaggio mediatico insano che moda, mondo dello spettacolo ed industria della bellezza veicolano: “Magro è bello, magro a tutti i costi”.

Da oggi è nato il programma web sociale per tutte le donne formose, ideato e realizzato da me, ma creato da tutti noi. Donne e uomini che potrete così esprimere appieno il vostro punto di vista.

Un programma creato interamente dai vostri interventi in cam che mi invierete e che io assemblerò in ogni puntata del programma. Insieme ai vostri video andranno in onda spot, notizie, consigli sul pianeta donne in carne.

Si tratta di un magazine nuovo dal taglio giornalistico creato interamente da me per informare, aiutare e “consolare” le ragazze e donne con le forme.

Il programma sarà postato nelle piattaforme U Tube, Dailymotion, Facebook, Pin Up del 2000, Donne Formose e nella web tv che ho creato nel sito Woman Shop e che manda spezzoni di film, interviste e tutto ciò che riguarda le Pin Up di ieri e di oggi.

L’idea è davvero geniale e se sarete tante potrò finalmente scrivere ai giornali, tg e media segnalando la trasmissione.

Il nostro dissenso finalmente ASCOLTATO da tutti: navigatori di rete, i miei 30 mila lettori del blog, giornalisti, visitatori web e magari anche dagli stilisti.

Il programma sociale Pin Up del 2000 è autoprodotto e nasce dal mio desiderio di contrastare anoressia e bulimia riportando in auge un modello di donna più in carne e dall’immagine più sana e felice.

Quello che vi chiedo è l’adesione di TUTTI. Ora dovete sostenermi per aiutarmi a cambiare davvero le cose.

Siete incaxxati? Non ne potete più di sentire che siete over size e che dovete dimagrire? Amate le vostre dolci rotondità? Vi volete finalmente bene e vi siate accettate? Non ne potete più di farvi fare il lavaggio del cervello?

Desiderate essere libere da imposizioni su quanto dovete pesare o no?

Vi sentite offese dagli stilisti e dalla moda che calpestano la dignità delle donne e le rappresentano manichini senza forme?

E voi uomini amate l’abbondanza? Credete che le donne con le curve siano tanto sexy? Volete dire che impazzite per il corpo formoso della vostra compagna?

Per questo e le vostre altre motivazioni ora DOVETE aderire all’iniziativa.

Date voce al vostro orgoglio donne con le curve ferite e sempre additate come over size.

IMG_9581.gif

 

Come fare?

E’ semplicissimo. Ascoltate passo passo cosa fare. E’ necessaria una cam e un microfono.

Registrare un vostro messaggio in cui dite ciò che pensate, calme o incavolate, va bene tutto purchè non usate parolacce. Il limite di tempo è di 15 minuti ma potete farlo anche di 5, meno o più minuti.

Per inviarmelo collegatevi su questo sito che gratuitamente lo manderà a me.

http://www.megaupload.com/

Premete sfoglia per cercare e allegare il vostro video, premete nella freccetta arancio di destra. Nella prima riga in basso a sinistra dove c’è scritto email destinatario mettete la mia ovvero pinupdel2000@alice.it

Nella seconda riga a sx dove c’è scritto invia mette il vostro nome, cognome ed indirizzo mail. Poi ciccate su invia. Lasciate la pagina aperta o parcheggiata fino a che l’upload è totalmente completato. E basta.

Appena mi arriva il video, lo visionerò e se è conforme alla messa in onda vi manderò la liberatoria via mail che compilerete e mi manderete sempre via mail. La liberatoria è necessaria per mandare in onda il vostro video. Potete registrare video singoli ma anche in gruppo, usando anche slogan. Tutto è concesso!

Tutto chiaro? Allora accendete la cam e registrate il vostro messaggio.

Vi ricordo che stavolta dipende anche da voi se riusciremo a cambiare questa società per noi e per i nostri figli.

 

Per qualsiasi informazione scrivetemi a  pinupdel2000@alice.it

 

Vi ricordo che una vera donna ha sempre le curve!

 

W la Carne…