MI SONO SENTITA UN PEZZO DI CARNE LEGGENDO IL BLOG

posta.gif

 

“Buona sera a tutti.

Sono dìaccordo che “secchezza” non è sinonimo di bellezza, ma penso anche che non ci sia nulla di attraente in una donna formosa che mostra troppo facilmente tutte le sue “grazie”! Parliamo tanto di seduzione… Ma che cos’è la vera seduzione?

La seduzione è uno sguardo, un sorriso timido e pulito, uno spacchetto della gonna che quando ci si siede crea un piacevole effetto “vedo non vedo”, una camicia morbida che fa sognare l’uomo, una scarpa con tacco portata con classe… non un paio di “airbag” frontali e posteriori in bella mostra che tutti possono vedere e toccare con una facilità quasi imbarazzante.

Non mi sembra che le dive degli anni 40′, 50′ e 60′ fossero così esibizioniste e infatti gli uomini di un tempo e tanti tra quelli “moderni” ancora le ricordano, anche se non è che esibissero un granchè del loro corpo! Le ricordo ballare, cantare, recitare… erano delle grandi professioniste e nulla era dovuto all’improvvisazione, quanto ad uno studio accurato che le rendeva ben diverse dalla maggior parte delle “dive” attuali. Forse ho avuto un’errata percezione di questo sito, ma mentre leggevo tra le righe mi sono sentita solo un pezzo di carne da “sbattere a gambe aperte” sopra un tavolo (scusate la volgarità, ma non saprei che altra espressione usare!).

Una preda interessante per la classica marmaglia di “portatori di pantaloni” che frequentano assiduamente i privè e che non me la sento più di tanto di chiamare “UOMINI”, solo perchè portano i pantaloni.

Secondo me sono solo esseri che non sanno più sognare ed immaginare… dei “porcelli” che, spesso e volentieri, per dimenticare i loro fallimenti vedono e usano la donna solo come un oggetto! Sia ben inteso che non sono assolutamente una femminista, quindi non tiratemi contro questa storiella… potrei dimostrarvi che forse sono fin troppo una vera “orignal anni 50″. Accetto le critiche e gli scambi di opinione, non possono che essere costruttivi!”

 

168753_Pxgen_r_360x240.jpg

Cara Freia80

 

grazie per avermi dato lo spunto per spiegare una volta per tutte lo spirito di questo blog (se qualcuna ancora non l’avesse capito).

Come giustamente hai detto tu hai avuto una percezione sbagliata del blog che nasce con finalità sociali ovvero combattere anoressia, bulimia, magrezza auto-indotta, disturbi dell’alimentazione e distorsioni della fisicità. Questa sono le finalità che mi sono prefissa e l’aiuto che do a tutte le ragazze e donne che mi seguono è lo stesso che ho dato a me anni fa per combattere la bulimia di cui ho sofferto per 20 anni.

Ora ne ho 40 e da poco, anche grazie ai ragionamenti che faccio nel mio blog, ne sono uscita e ho iniziato ad accettare le mie curve.

Premetto che una donna non va considerata in base al peso e alla taglia ma visto che la società ci etichetta in base ai chili, grazie allo star system ed alla moda causando ed alimentando anoressia e bulimia io per combatterla, mi pongo sullo stesso piano.

Se da un lato la società ci vuole magre e scattanti dall’altra ribadisco che le curve sono quelle che ci ha dato Dio e dobbiamo amarle perché il nostro corpo è armonico e bellissimo. E spiego che soprattutto agli uomini piacciono le curve.

Quindi perché dimagrire? Per cosa? Non voglio dire che dobbiamo essere rotonde solo per l’uomo perché in primis dobbiamo stare bene con noi stesse ma visto che le eterne a dieta lo fanno per piacere agli uomini dico solo che è fatica sprecata.

Il filo conduttore del blog è legato alla fisicità delle donne abbondante non certo perchè parlo di donne oggetto come pezzi di carne, come tu hai scritto, ma perché far accettare alle donne il loro corpo spiegando che è più sexy è la chiave per amare quei chili in più che ci rendono più armoniche e belle. Perché di anoressia si muore. Restare formose non ti porta alla tomba, anzi tutt’altro.

Quindi se parlo di Pin Up, di curve, di seduzione e di femminilità è per risvegliare le coscienze e gli animi delle donne finalizzando il discorso all’accettazione del proprio corpo come facevano le donne degli anni ’40-’50. E’ indubbio inoltre che la figura della donna si sia imbarbarita sempre più sconfinando nel maschile ed è per questo che spiego e insegno alle donne a recuperare femminilità e sex appeal. Chi vuole seguire i miei consigli non fa altro che far crescere il bagaglio di esperienza ed esercitarlo con il partone, marito ecc.

Tornando al blog, come ho più volte pubblicato, sono tante le ragazze che si sentono maglio, si amano di più, sono guarite da disturbi alimentare e finalmente sono orgogliose delle proprie curve grazie ai concetti che scrivo. Il mio approccio terapeutico funziona eccome. Ed il successo del blog e delle mie iniziative ne è la riprova.

Ti suggerisco di informarti meglio sul mio operato e su ciò che faccio per aiutare le donne www.pinupdel2000.com 

 

Simona

 

MI SONO SENTITA UN PEZZO DI CARNE LEGGENDO IL BLOGultima modifica: 2009-12-02T19:45:24+01:00da simona_sessa
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento