BURLESQUE ANTI ANORESSIA E BULIMIA

3.gif

 

 In un particolare momento in cui esplodono i corsi di Burlesque, in cui le artiste del genere si moltiplicano a vista d’occhio perché il Burlesque è di moda nasce il Burlesque anti anoressia e bulimia.

 

Si tratta di una progetto innovativo, che vede il Burlesque come un mezzo per combattere anoressia, bulimia e disturbi alimentari a suon di corpi formosi e curve mozzafiato.

 

The new Burlesque con una finalità tanto nobile è stato ideato da Simona Sessa (in foto), promotrice del Pin Up Style in Italia, giornalista, comunicatrice e creatrice dell’associazione culturale Pin Up del 2000 che combatte anoressia e bulimia.

 

 

Immagine-442b.jpg

 

La Sessa, titolare dell’agenzia Pin Up del 2000 di Pin Up, Burlesquer e donne formose, ha scelto alcune particolari Pin Up e performer particolarmente formose in grado di portare avanti un discorso sociale legato al Burlesque.

Personaggi come Gardenia Bijou (nella prima foto), Samantha Van Doren, Ginger Ale e altre stupende Pin Up in carne rappresentano alla perfezione le donne con le curve.

Si tratta di ragazze in carne, ragazze della porta accanto, che hanno deciso di portare in giro la loro arte per dimostrare che le vere donne hanno le forme, non sono perfette e si amano nonostante per la società vengano bollate come “over size”. Rispetto ai canoni di una magrezza improbabile imposti dalla società i corpi delle Pin Up di Simona vogliono gridare la propria diversità a tutte gli spettatori.

La stessa Simona che si esibisce in rare serate sempre a scopo sociale nonostante non sia più ventenne ed abbia partorito da poco vuole dimostrare che una donna non magra come lei, con sexual ciccia, cellulite e pancetta possa essere sexy e femminile. “Ho deciso di esibirmi dopo anni di lontananza dalle scene proprio per portare sul palco l’immagine di una donna simile a tante altre – spiega Simona – non perfetta, con un fisico mediterraneo e senza ritocchini.

Il messaggio che porto è proprio l’accettazione di come si è senza canoni estetici impossibili da inseguire. Si può essere felici anche vestendo la L e la XL perché la maggior parte delle donne sono così. Siamo donne mediterranee, molti se lo scordano!”.

 

Immagine2-105.jpg

In foto Samantha Van Doren

 

Sempre la Sessa spiega il progetto Burlesque anti anoressia e bulimia: “Ho scelto particolari artiste Burlesque emergenti che si sono formate presso la mia scuola di Pin Up, proprio per lanciare il messaggio che essere donne non vuol dire essere perfette. Nessuna di noi lo è, conviviamo con sederi importanti, fianchi generosi, pancetta, cellulite e rotolini e non abbiamo problemi a mostrarci come siamo senza alcuna vergogna perché aborriamo i modelli di magrezza che condizionano migliaia di donne.

Ecco perché il nostro è un Burlesque terapeutico, diverso, di auto accettazione che spinge tutte le donne ad amarsi. Non siamo bambole finte o rifatte che si esibiscono per dimostrare di essere perfette. Noi non lo siamo e non vogliamo esserlo. Siamo semplicemente noi stesse e per questo siamo molto amate dagli uomini e dalle donne”.

 

agenzia10.jpg

Il Burlesque anti anoressia e bulimia è quindi l’ultima frontiera di questa meravigliosa arte che celebra il fascino e la sensualità delle Pin Up. E’ per questo che il progetto è sostenuto anche dalle artiste longilinee dell’agenzia della Sessa come Nicol, Mimì Bohemien e altre.

Tutte insieme per combattere anoressia e bulimia.

Per info

Pin UP del 2000 Agency –  333 7499566

 

BURLESQUE ANTI ANORESSIA E BULIMIAultima modifica: 2012-03-12T01:00:58+01:00da simona_sessa
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento