NEGARE L’ANORESSIA: LA NUOVA FOLLIA

Cari amici la mia partecipazione a Uno Mattina – Storie Vere è stata molto seguita ed apprezzata. Una magnifica esperienza. Vi posto un commento della mia Pin Up Samantha Van Doren (in foto sotto), presente quel giorno nel pubblico del programma.

 

Immagine2-050.jpg

 

Lei ha voluto puntualizzare alcuni commenti scaturiti dalla polemica prontamente interrotta in diretta dal fotografo Badalamenti che con me ha avuto un qui pro quo riguardo alcune sue battute sull’anoressia.

Arrivare a negare l’anoressia tra le modelle mi è sembrato un paradosso o una strategica provocazione che stavo prontamente per smontare.

 540244_189847841133545_100003249913966_281957_2146733029_n.jpg

Il fotografo (in foto) ovviamente mi ha bloccata con la frase: “non essere aggressiva” perchè chiaramente si era accorto che ribattevo, argomentavo e lui si è trovato in evidente difficoltà.

Per me negare l’anoressia tra le modelle equivale a negare la Shoà, negasre gli orrori del passato e del presente per illudere che la realtà nel mondo della moda sia totalmente perfetta.

Questo per me è gravissimo e noi non possiamo permetterlo.

Noi sappiamo che nella moda tante modelle sono morte di anoressia ma non dobbiamo stare qui a ricordare tutti i casi per gridare che la moda è l’epicentro dell’annoresia e la bulimia. Lo sappiamo già.

Andiamo avanti e ridiamo quando incontriamo personaggi come questo fotografo che negano pur di non dover trattare il problema.

Ecco il commento di Samantha e per chi non ha visto la puntata gustatevi il video.

“Questo presunto famoso fotografo di moda, Badalamenti, (e il nome è tutto un programma: ”Bada – la – Ment*”) esordisce alla prima domanda in trasmissione sul rischio anoressia tra le modelle, ruminando la gomma come l’ultimo dei buzziconi. Spara cazzate a più non posso e si permette di dire ”Non sia aggressiva” ad una sorridente e luminosa Simona Sessa (che EVIDENTEMENTE sta oscurando gli altri ospiti con la sua meravigliosa figura), mentre nega senza pudore l’esistenza di gravi malattie dell’alimentazione tra le modelle di alta moda.

E quindi: siamo arrivati a questo punto? Pseudofotografi che si fanno portavoce di chissà quale frammento di popolazione che ancora crede che quello che gli stilisti creano, fondi una sorta di legge divina, senza prendersi la responsabilità delle numerose morti tra donne giovani e giovanissime che hanno in coscienza?? AH! IL DIO DENARO….

Il suddetto pseudofotografo ne ha viste taaaante di modelle (voi avevate mai sentito parlare del Badalamenti, prima d’ora??), eppur tuttavia non ha notato casi di magrezza oscena; di giovinezze spente prematuramente in volti emaciati e in corpi smunti e denutriti?

Certo, certo: un pò come ”La Scala” che non ammette casi analoghi tra le sue ballerine…. almeno fino a che qualcuna non crolla e denuncia, rischiando così i posto di lavoro…. Eh, già!!!

Ma la mia domanda reale è: quanta gente che ha seguito la puntata di Storie Vere del 30 Marzo scorso, ha per davvero creduto all’affermazione di Badalamenti: ”Non ho MAI conosciuto modelle malate di anoressia” ??

Davvero la gente comune crede nelle parole di un uomo (se così si può definire) del genere?

Davvero siamo così ciechi, soggiogati dai mass media al punto da negare l’evidenza??

Al punto di accettare di subire messaggi deleteri piuttosto che puntare i piedi e pretendere di essere rappresentate da donne come noi, donne VERE, rotonde o snelle, purchè SANE e fiere di nutrire il proprio corpo e soprattutto il CERVELLO e non cadere nel falso mito (INSANO E OSSESSIVO) della magrezza innaturale….

A voi la parola…..”

Samantha Van Doren

NEGARE L’ANORESSIA: LA NUOVA FOLLIAultima modifica: 2012-04-08T19:19:57+02:00da simona_sessa
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento