sfoghi

DISCRIMINAZIONE ED INTOLLERANZA PER NOI FORMOSE

Cari lettori oggi ho provato una sgradevole sensazione legata ai commenti di alcuni video, spot e quant’altro che ho trovato nel web. Commenti e post che mi hanno fatto riflettere e che devono far pensare anche voi.
Innanzitutto voglio chiarire un concetto importantissimo per tante donne e ragazze con le curve.
Indossare una taglia 44 o 46 non ci può far meritare l’appellativo di taglie over o plus size o “forti”. Niente di tutto questo. Noi siamo NORMALI. Donne mediterranee che vestono taglie nella completa normalità.
Per quale motivo ci devono catalogare o etichettare taglie forti? Semplicemente perché lo siamo rispetto alle taglie striminzite che circolano ora e che caratterizzano una bellezza smagrita anoressica. Solo per questo motivo.

Se considerate che oggi una taglia L corrisponde a una S degli anni ’50 capiamo perché chi porta una 46 reale si trova a vestire una 48-50 o una XL-XXL. Assurdo…
E chi veste realmente una 52 cosa porterà oggi? Una 60?
Capendo quindi il trabocchetto che ci hanno tirato gli stilisti stringendo le taglie e riducendole fino a farci credere che siamo over si comprende perché oggi è necessario riportare le vere taglie a quelle di una volta.
Non posso sentirmi tacciare di essere over size solo perché vesto una XXL di oggi mentre sono una 46 reale. Mi viene veramente da ridere.
Questa si chiama illusione, manipolazione e lavaggio del cervello che fa nascere insoddisfazione nel proprio corpo. E da lì desiderio di dimagrire per portare la taglia S o M di oggi (che poi è una XXS reale).
Capite cosa sta succedendo? Ci stanno stirando il cervello, ci fanno credere di essere fuori forma, di essere emarginate dalla società perché non aderiamo ai loro modelli di magrezza folle.

Ma le anormali non siamo noi ma loro.
Noi siamo tante donne e ragazze con il nostro corpo MEDITERANNEO e formoso come Dio ci ha dato. E dobbiamo essere fiere di averlo.

Altra cosa gravissima che si sta allargando a macchia d’olio è la discriminazione che alcune persone stanno facendo delle donne come noi in carne.
Ci chiamano grasse e ci disprezzano.
A tale proposito voglio farvi notare il video dell’esibizione di Noemi e Fiorella Mannoia dove qualcuno si sofferma sulla linea di Noemi dicendo che è ingrassata, ha preso chili, che il vestito la inciccia e via dicendo…Noterete anche il mio commento…

Guardate i commenti del video su U Tube:

http://www.youtube.com/watch?v=ruFqOOkAk90

Ma come? Noemi è perfettamente normale, in carne ed è apostrofata come grassa.

E’ l’immagine della salute: fresca, non rinsecchita come tutte quelle che sono in tv.
Bella con le curve e la sua carne…Al contrario della Mannoia che invece è sempre super secca e costruita (secondo i diktat della moda).

Altri commenti offensivi, gratuiti e veramente intolleranti nei confronti della ragazza mora della pubblicità Rocchetta.

Commenti in cui si insultano le donne in carne, le si apostrofa come “mostri, trippone”. “Le grasse mi fanno ribrezzo ecc”.

Ora è chiaro che il tipo che ha postato il video ne ha lasciati pochi e SOLO quelli a favore della Chiabotto. Gli altri pro ragazza mora sono stati cancellati.

Questo cosa fa pensare? Che si veicolano messaggi distorti, sbagliati contro una ragazza bella e in carne come tanti di noi.

Sono indignata per tanta intolleranza e mi rendo conto che le idee di magrezza malsane e fuorvianti che sono partite dagli stilisti e dallo star system goccia dopo goccia sono entrate nella testa di tante persone generando odio, intolleranza e cattiveria gratuita verso noi formose. La maggior parte delle italiane.

Quasi come un’intolleranza razziale: da un lato le magre e dall’altra donne in carne, obese, formose TUTTE definite GRASSE.

 

A questo non ci sto…Ma tra essere anoressica e secca allora preferisco l’appellativo di over size..

 

Martellate di commenti il video della Chiabotto. Io ho lasciato un commento e non so se me lo cancellano. Provateci voi….Buona fortuna

 

Guardate i commenti del video su U tube.

 

http://www.youtube.com/watch?v=SpApITku5aw

 

IL VERGOGNOSO SPOT DELLA ROCCHETTA CON LA CHIABOTTO INNEGGIA ALL’ANORESSIA

facebook_logo.jpg

Amiche e amici che mi seguite con tanto interesse vi annuncio che da poco ho creato su Facebook il gruppo Pin Up del 2000 che raccoglie tante di voi, ormai fedelissime. Siamo quasi 800 iscritte in pochi giorni che ho creato il gruppo e vi aggiorno continuamente su notizie, fatti, e tutto ciò che riguarda il Pin Up style e le donne in carne. Sempre per combattere l’anoressia e la bulimia.

Si parla, si discute proprio come nel blog ma in tempo reale. Le mie mail arrivano e voi rispondete, postate. Tutto con la massima interattività.

Vi esorto perciò a iscrivervi a Facebook e poi a cercare il mio gruppo Pin Up del 2000 ed il mio account Simona Sessa, richiedete la mia amicizia così entrerete nel mio circuito e potrete interagire con me.

spot1.gif

Voglio parlavi a questo punto del nuovo spot della Rocchetta in cui Cristiana Chiabotto si confronta con una donna, bassina, mediterranea, in carne che viene derisa dalle amiche della chiabotto perché non beve l’acqua e non è bella e magra come l’ex Miss Italia.

Si tratta di uno spot da far accapponare la pelle, diseducativo ed a sostegno della teoria “Magro è bello”, “Se sei formosa devi cambiare”. Da censurare.

Up spot davvero sgradevole che diffonde un messaggio sbagliato e anche pericoloso. Un inno alle donne alte, magre, bionde e occhi azzurri: praticamente il contrario delle italiane.

La reazione in appena un mese di messa in onda non si è fatta attendere ed i commenti maschili su youtube, su facebook e su tutti i blog che hanno riportato l’argomento sono per il 90% favorevoli alla ragazza mora, altro che la Chiabotto!

A mio parere lo spot, incita a dimagrire ed a cambiare il fisico e ciò va a braccetto con l’anoressia e la bulimia.

Un cattivo esempio che non va dato, specialmente alle tante persone che soffrono di questi disturbi.  

In tanti hanno trovato ridicolo lo spot che fa sentire inadeguate tante donne diverse dallo stereotipo televisivo. Ma la notizia di pochi giorni fa è confortante.

spot2.gif

L’associazione Media&Diritto (associazione che si occupa dei rapporti tra difesa dell’immagine e comunicazione) ha presentato un esposto al Comitato di Controllo presso l’Istituto per la Autodisciplina Pubblicitaria chiedendo il ritiro dello spot dell’acqua Rocchetta.

“Motivo dell’esposto la grave offesa rivolta alle donne si legge in un comunicato dell’associazione – Lo spot infatti mette a confronto del tutto impropriamente due donne: una bella alta e magra (Cristina Chiabotto) e l’altra bassa e grassa. La prima beve l’acqua Rocchetta, l’altra no. Lo spot si chiude con l’umiliazione della donna bassa e grassa, costretta ad impugnare una bottiglia di acqua Rocchetta”.

 

“Una intollerabile offesa alle donne – ha commentato l’avvocato Luca Bauccio, al quale si è rivolta l’associazione e una patente mistificazione. Non esiste un valore da proteggere quale la magrezza e le donne cosiddette grasse non sono affatto brutte. Un messaggio diseducativo e denigratorio che viola il Codice di autodisciplina pubblicitaria. Inoltre, ha proseguito l’avvocato Bauccio. il messaggio afferma un dato non vero: l’acqua, qualsiasi acqua, non è un dimagrante.

Ho chiesto dunque al Comitato ha concluso il legale di ordinare il ritiro della pubblicità: è un cattivo esempio che non va dato, specialmente avendo riguardo alle tante persone che soffrono di anoressia e bulimia”.

GUARDA LO SPOT DELLA ROCCHETTA CON LA CHIABOTTO

CRISTINA DEL GF NON E’ UNA VERA PIN UP

 

 cristinadelbasso.jpg

Care ragazze mi si sono rizzati i capelli in testa quando ho sentito che Cristiana del GF è stata definita una Pin Up…Ma non lo è per niente.

E’ magra. Molto magra. Con una 6 di seno artificiale. Nulla delle curve morbide e sognate di Bettie Page o delle vere Pin Up. Mica avevano il seno spropositato!

Erano abbondanti ma naturali e dal fisico tipicamente mediterraneo!

La ragazza in questione è una magra a cui sono state applicate due protesi enormi come le attrici di film hard del genere “Tetton”.

E voi credete che bastino due zinne di plastica per essere Pin Up???? Ma ci vuole ben altro! Il corpo in primis pieno di curve e soprattutto la mentalità e l’atteggiamento.

Non trovo Cristina sexy ma acchiappa uomini bavosi che rivedono in lei il busto delle pornostar. E’ goffa e per certi versi pure ridicola…(nella foto in costume azzurro è davvero ridicola…). Sarebbe da mandare al rogo un chirurgo che fa fatto un seno così grosso su spalle e fisico esile…

Ovviamente la sua mancanza di sicurezza è palese. Ingrandire il seno per piacersi, per piacere agli uomini e per sentirsi sicure e apprezzate. Per lei è un gioco, ovvio, ma anche una fonte di sicurezza.

Una vera Pin Up sicura di sè sarebbe sexy anche con il pigiama del nonno…

Il vero fascino viene da dentro… Calamita gli sguardi, ti fa sentire affascinante anche se in realtà non lo sei più di tanto…

L’importante è convincersi di esserlo…

 cristina_gf_doccia_343.jpg_871977061.jpg

Diceva la nostra cara Sophia Loren che non è importante ciò che si è ma ciò che gli altri credono che tu sia

Se voi con i vostri chili che rotondeggiano sul vostro corpo vi sentite belle e sicure di sé allora piacerete a tutti e si avvertirà la vostra sicurezza e il vostro fascino.

Se invece pensate di essere sovrappasso addio…tutti noteranno che siete goffe e che non siete sicure…Sarà l’inizio della fine…

Ecco perché dico che è fondamentale accettarsi…E se lo farete allontanerete chi non la pensa come voi.

Un esempio? Ho frequentato recentemente per poco tempo un uomo che mi corteggiava. Conoscendolo meglio ho scoperto che gli piacciono i corpi adolescenziali e mi aveva detto di dimagrire perché ho il sedere bello rotondo e imponente.

Il fatto che mi abbia detto ciò è perché lui preferendo le ragazzine magre mi vedeva over size. Il problema era suo e non mio. Perché io così mi piaccio tantissimo e piaccio decisamente a un sacco di uomini.

Come è andato a finire? Un calcio nel sedere e ho chiuso con lui. Non potrei mai frequentare un uomo che non mi loda e mi ama così come sono. Perché non mi metterei mai a dieta per compiacere nessuno. Solo per me stessa…

Meditate…

 

IN MEMORIA DI BETTIE PAGE

 

Care amiche SONO TORNATA….Eccomi di nuovo a voi…Dopo questo silenzio-dolore in cui mi sono richiusa per la morte di Bettie… Finalmente l’ho superato…Guardate il video e leggete i commenti.

Un bacio. Vi voglio bene mie Pin Up del 2000…

I commenti sulla morte di Bettie Page

“Ora Simona devi raccogliere questa eredità. Torna a postare. A dispensare consigli.
A far rivivere Betty.” Elettra

“Già, è soprattutto questo che spero: che non abbia sofferto… e spero anche che, dovunque sia ora, ci aiuti a costruire un mondo di donne orgogliose di essere come sono, felici e in pace con se stesse. Ciao Bettie… :,-(” chiara111105

“Mi hanno chiamo tutti i miei amici….dicendomi che stavo in lutto ma non riuscivo inizialmente a capire perchè…non mi dicevano nulla….ma dopo 5 minuti ho capito che si trattava di Betty e mi dispiace perchè se ne andato un mio punto di riferimento….” Eleonora

“E’ una brutta perdita x il mondo delle pin up… speriamo non abbia sofferto…” Mea

“Cara Simona, questo è davvero un triste momento…Ieri se n’è andata la regina incontrastata delle Pin Up: Bettie Page. Da qualche giorno avevo appreso la notizia del suo coma, ma nel mio cuore restava sempre un filo di speranza..

Sai, quando ci affezioniamo alle persone non vogliamo credere che ci lasceranno, ed anche di fronte alle situazioni più drammatiche ci convinciamo che sapranno uscirne illese..Ecco, nei giorni in cui la fantastica Bettie era in coma non riuscivo a capacitarmi del fatto che se ne stesse per andare..Nonostante non si sentisse quasi più parlare di lei, la sua presenza era comunque un punto fermo per tutte noi “moderne Pin Up” che a lei (e ad altre stelle quali Marilyn Monroe, Jane Russell, Tempest Storm, Sophia Loren, ciascuna secondo la propria indole) ci ispiriamo..

A prescindere dall’icona preferita da ciascuna di noi (come ben sai, la mia resterà per sempre la dolcissima Marylin), sono comunque tutte donne nei confronti delle quali noi non possiamo che provare affetto e grande stima. Bettie Page, in particolare, aveva un coraggio invidiabile: lo scandalo che provocò con le sue immagini di nudo la portò ad essere conosciuta in tutto il mondo, poichè quell’epoca non era certo tra le più “libertine” della Storia..

La censura la faceva da padrona, ma lei riuscì ad eluderla e a tirare fuori il lato sexy ed ironico delle donne! Con le sue movenze spiritose ma sensuali, le sue espressioni ingenue ma provocanti, il suo corpo formoso e perfetto, la sua innocenza che poneva ancora più in risalto il feticismo in cui spesso sfociavano i suoi spettacoli…

Questo è l’ideale di donna alla quale noi Pin Up del 2000 ci ispiriamo: una donna che sà far sognare l’uomo grazie alle sue curve, alla sua innocente malizia, al suo sguardo …Il fascino è ciò che la donna moderna ha purtroppo perso…troppo volgare, troppo occupata ad emergere nella sua professione, troppo “maschiaccio”, troppo banale.

A noi piace invece considerarci le alunne della grande maestra di seduzione Bettie Page, ricordando che gli uomini adorano le curve e, soprattutto, preferiscono una donna allusiva rispetto ad una volgare…Quella volgare, anche quando è nuda, non sà sortire negli uomini nemmeno la metà del desiderio che sà invece suscitare quella allusiva quando lascia intravedere un briciolo di belle bianca e profumata..

GRAZIE INFINITE A BETTIE PAGE, L’ICONA DELLA FEMMINILITA’, CHE ORA CI GUARDERA’ E CI CONSIGLIERA’ DA LASSU’…! LEI SE N’e’ ANDATA, MA IL SUO MITO CI ACCOMPAGNERA’ PER IL RESTO DELLA NOSTRA VITA! GRAZIE!” Roberta

Ciao Simona! Che brutta notizia! Non nascondo che mi è venuto da piangere. Bettie page è stata una grande anzi grandissima donna. Grazie a lei tante cose son cambiate in bene, tanto bigottismo è stato cancellato dalla sua grazia e femminilità. Credo che si debba a lei la vera rivoluzione sessuale dei primi anni ’60. Se nn ci fosse stata lei, ancor oggi ci troveremmo a combattere battaglie per i più elementari diritti della persona, anche in occidente. La mia grande amarezza è dovuta anche all’impossibilità di  averla potuta avvicinare anche alla sua veneranda età. So che conduceva una vita rigorosamente appartata e sfuggiva anche ai più accaniti giornalisti. Ad ogni modo mi sarebbe piaciuto chiacchierare con lei e magari darle un bacio sulla guancia anche ad 85 anni, non con passione ma con tanta, tantissima gratidudine ed affetto!” Francesco

“Quando si vuol bene o si ama una persona, si desidera che ella nn venga mai a mancare, per accompagnarci lungo il nostro cammino. Seppur sappiamo che è lo spirito ad essere immortale, lo sconforto per la perdita terrena delle persone care, è enorme e solo il tempo potrà rimarginare la ferita!
Bettie Page ti ho sempre ammirata e tuttora ti voglio bene, carissima…  :-(((” Francesco

“Era un mito dell’erotismo vivente, ha fatto moda e fa moda, non solo le foto fetish, ma dal taglio di capelli, dai vestiti e altro dai cui tanti artisti hanno tratto ispirazioni, ora è un mito immortale e tu Simo potresti, anzi sei una sua degna erede…Pin Up del 2000!” Ciccio

“Si, sono d’accordo con te. Però nn riesco ad abituarmi all’idea. Onestamente in questo momento mi sento tanto solo e vorrei davvero stringerti ed essere abbracciato e consolato. La mia unica consolazione è che, come giustamente hai detto, ora è diventata una fulgida stella, eterna con il suo splendore illuminerà per sempre il genere umano e tutti la ricorderanno bella, pura, con una immensa gioia di vivere!” Francesco

“E’ scomparsa la Bettie  che era il mio mito e purtroppo nn l’ho conosciuta per via della distanza e dell’eta’, vorrei tanto un giorno conoscere almeno la Bettie italiana che saresti tu…almeno lo spero!” Deborah

“La Betty Page-mito non muore:-)…e ce la dovremmo andare a rivedere ogni tanto per ricordarci come si fa eros con un po’ di buon gusto….
non come quelli/e che se la raccontano oggigiorno;-)” Max

“Mi unisco al tuo dolore Simona. Ammiro molto modelli di donna come lei (o come Tura Satana, o Dita Von Teese)…estremamente femminili, ma al contempo padrone. Senza dubbio un’enorme perdita per il mondo.” Francesco

“Studiava per diventare insegnante e nel frattempo studiava teatro per diventare attrice…..ke combinazione!!di persone così ne nascono una su un milione!!un vero genio!!!” Cristina

“Anche grazie a  Lei è partita la Rivoluzione sessuale americana degli inizi anni’60” Nicola

“Il suo mito non tramontera’..” Marcus

“Ciao Simona. Non so se ne sei già al corrente, ma io l’ho appena letto sui siti inglesi. Bettie Page è morta stanotte in ospedale. Sono distrutta, spero di non essere la prima a darti la notizia perché mi sento malissimo e sono sicura anche tu. Saluti e mi dispiace di essere ambasciatrice di una così orribile notizia”. Mnemosyne

Tease_060711100622523_wideweb__300x424.jpg

 

 

A KATE MOSS: UNA STATUA D’ORO

511313177.jpeg 

La notizia mi ha lasciata senza parole! E molte di ragazze mi hanno scritta per avvisarmi dell’accaduto anch’esse senza parole. E come fare a trovare quelle giuste per dire che alla Top Model Kate Moss è stata dedicata una statua di oro di 50 kg per il valore di 1,5 milioni di sterline e ed esposta al British Museum di Londra.

L’opera si chiama “Siren”, ed è la nuova scultura di Marc Quinn dedicata a Kate Moss.

L’ennesima opera d’arte che ritrae la modella inglese, questa volta realizzata in oro massiccio per il peso di 50 kg. Non e’ un caso quindi che sia questa l’immagine con la quale il museo londinese sta facendo parlare della mostra. Per i giornali e i mass media è chiaro il motivo di tanta attenzione mediatica: “la modella ispiratrice e’ un personaggio noto come la Moss , l’Afrodite dei nostri giorni”.

L’Afrodite dei nostri giorni? Ma chi? Una modella anoressica, drogata, esuberante e dedita alle orgie? (Quella del suo compleanno per esempio..).

Una donna del genere che per morale e dignità dell’essere umano è una persona negativa è diventata osannata al punto tale da definirla l’Afrodite dei nostri tempi? E in ultimo questa statua d’oro che pesa 50 Kg (più di lei..:))). Ma vi rendete conto? La Moss dovrebbe essere l’esempio per tante donne e ragazze? Della serie: ragazze drogatevi, diventate anoressiche, fidanzatevi con “sballati”, dedicatevi all’alcool e alle orge e diventerete dei simboli, delle icone da imitare.

Ueee ma dove stiamo arrivando? Si osannano i modelli insani che diventano icone del “nulla”, del “vizio” e di tutto ciò che una donna non dovrebbe mai essere. E il bluff dello Star e Model System continua a sfornare altre donne problematiche che inevitabilmente diventano un modello positivo. Ragazze aprite gli occhi e ragionate con la vostra testa. Imparate a vivere con principi sani e diventerete splendide.

Vi posto questa foto di una stupenda donna negli anni 20. Ecco come erano belle e formose. Presto un post con le foto nei secoli dei vari modelli corporali di bellezza femminile. Prossimante nel mio blog.

332434833.jpg

GLI STILISTI? ASSASSINI !!!

 1881579437.jpg

 

Sono inorridita…Sdegnata. Incaxxata…

Da quando ho aperto questo blog mi ero ripromessa di non inserire mai immagini di donne che non fossero in armonia con il mondo meraviglioso che ci circonda.

Ma ora ho scelto di farlo. Per darvi questo pugno nello stomaco come l’ho provato io vedendo queste foto.

Si tratta di giovani anoressiche e girano sul web. Le ho trovate, guardate e analizzate. E sono sempre più incaxxata perché ribadisco il concetto che la moda e gli stilisti SONO LA CAUSA DI TUTTO.

Guardate attentamente le foto e capirete: si tratta di modelle anoressiche vestite per sfilare mentre sono al trucco o al ritocco make up. E sono lì di fronte al truccatore/ice seminude, scarne, senza vita…Mucchietti di ossa pronti per la passerella.

E il truccatore/trice sta lì tranquillo. Ma non le vede? O le guarda e basta?

Sapete che c’è differenza tra il guardare e il vedere. Ma come fanno a truccarle? Perché non le mandano a casa spiegando che sono malate? Perché fanno finta di non vedere? Mi si gela il sangue al solo pensiero…

E gli stilisti allora? Loro nemmeno le guardano? O sono così invisibili da non meritare nemmeno un  po’ di attenzione?? Ma se sfilano in passerella sicuramente gli stilisti le guardano. Ovvio. Devo controllare che i loro vestiti facciano una gran bella figura in passerella dentro mucchietti di ossa che camminano…

E come possono vederle così ridotte e mandarle in passerella? Ma non capiscono quello che stanno passando quelle povere donne?

E allora perché si ostinano a dire che non c’entrano? Come mai sono tante le modelle anoressiche? Come mai la brasiliana Caroline e sua sorella erano anoressiche e sono morte entrambe?

 

84921970.jpeg

 

Vi siete chieste perché sono così magre le modelle? Per lavorare. Per essere prese ai casting. Perché se portano la 42 rischiano di essere tagliate dal comparto.

E chi detta queste assurde leggi? Chi decide? Chi detta i diktat della MODA? Gli stilisti. Sempre e solo loro. Spesso nascondono la testa e sono proprio loro ad alimentare la piaga dell’anoressia e bulimia. Ma non mi facciano ridere quando negano. SONO BUGIARDI. Lo sono stati e lo saranno sempre. Perché? Per guadagnare soldi, milioni di euro su una lunga scia di sangue.

 

ASSASSINI….

 

1688776467.jpg 
368147230.JPGps questa è una foto ritoccata. E’ Angelina Jolie Anoressica. Una precisazione per evitare polemiche stupide…:))))

 

 

I LETTORI DEL BLOG SCRIVONO

Ecco i commenti più belli e significativi raccoltin questo blog. Sono stati pubblicati nel mio nuovo libro che sta per uscire intitolato “Noi, Pin Up del 2000”. A breve vi darò tutte le informazioni al riguardo. Per il momento gustiamoci i commenti di tutte le Pin Up ed i maschietti che hanno lasciato il segno…

A presto.

1474027368.gif

Complimenti per il tuo blog….io sto cercando di essere orgogliosa ora delle mie curve….ma sai quante lacrime amare ho versato per il  mio seno grande in un corpo normale….leggere il tuo blog mi ha fatto bene e comprerò pure il libro… pure io mi sento una pin up… quando vedo che queste donne vengono  cosi apprezzate comincio ad essere orgogliosa delle mie forme che tante volte mi hanno fatto piangere…grazie per aver creato questo blog…. a volte penso che il destino prima o poi metta davanti alla nostra strada degli angeli….credo tu lo sia Simona….grazie un bacione  Demetra

 

Jane Russell? “Non la conoscevo ma devo dire che è 3000 volte più bella per esempio di quel palo della Chiabotto,. Ce ne fossero di ragazze così oggi….” Angelo

 

“Sono bianca, bionda, occhi chiari… 1,63 m…. vita sottile e formosa nei punti giusti… il classico corpo a clessidra…. Sono sempre stata in perenne conflitto col mio corpo per colpa degli standard che vogliono le donne magre, alte, androgine…..Ho passato momenti di sconforto in cui dubitavo di non essere mai abbastanza giusta…Fortunatamente da un pò ho riscoperto l’essenza di donna con la D maiuscola….
La donna formosa, che si strizza nei vestitini che mettono in risalto le forme, che porta i tacchi, che si trucca, che si cura, la donna forte, sicura di sè e del proprio modo di essere……..la donna che fa impazzire gli uomini….mai ne ho visti così tanti ai miei piedi….
Quindi dico: Basta con le donne grissino!!!!! Ragazze ribellatevi agli standard!” Papera

 

“Ed io sono d’accordo con te: viva la carne. Il problema l’hai sfiorato, forse andrebbe approfondito: la propaganda dei media che rincoglionisce le ragazze che pensano che piacere alla televisione voglia dire piacere agli uomini. Non voglio addentrarmi in questo discorso in questa sede, ma forse, visti i tuoi post, hai sicuramente la capacità di una buona dissertazione a riguardo. Io ti seguirò. Ciao” Loky 21

 

“Ciao!!! Volevo farti i miei complimenti per il blog! I post sono davvero molto toccanti…
E’ difficile per una ragazza vivere oggi…soprattutto se hai un carattere non molto forte!!!
Basta davvero molto  poco per rovinarsi del tutto…e poi è difficilissimo rialzarsi dopo essere caduti…!
Ancora complimenti” Reika 840

 

“Ho già avuto modo di dirti come mi trovi sulla stessa lunghezza d’onda: la carne ci vuole e gli scheletri rivestiti di pelle, per quanto possano essere esteticamente allettanti (le top della moda) o belle di viso e sorriso (Keira Knightley), non mi fanno pensare a qualcosa di piacevole, ma a sofferenza estrema e continuata. E, sempre fatte le dovute differenze dei casi (perdonami per l’accostamento apparentemente irriguardoso, ma del tutto sensato, credo) non posso separare le immagini di ragazze anoressiche, che mi colpiscono cuore e stomaco, da quelle orrende e strazianti dei campi di sterminio.
Melania”

1830286049.gif 

“Purtroppo siamo circondati di persone che per essere accettate da questo mondo, fanno di tutto…anche uccidersi!
Oggi giorno non possiamo dire la nostra perchè non sai mai chi hai di fronte, e quando meno te l’aspetti ti caccia un coltello e ti uccide. Vedi tu se possiamo dire alle ragazzine di questo mondo che devono mangiare se no si rovinano!!” Huskettina

 

“I soldi anestetizzano di brutto. E un bel corso di antropologia potrebbe servire ricordare che le rotondità sono un richiamo ancestrale sessuale  imprescindibile per l’uomo”. Massimo

 

“Si, purtroppo i soldi fanno questo ed altro …. che schifo. Tutto quello che si vede in TV e sui giornali è finto, non c’è nulla o quasi di reale, ci fanno credere che quello che vediamo è vero ma non è cosi, non è possibile e molti di noi, la maggioranza ci crede.
Più verità e più realtà in TV e nel mondo dello spettacolo in genere farebbero molto più successo e meno morti. Sono convinta che molti morti sia x anoressia che per depressione e altre malattie di ordine psicologico siano dovute a questo, perchè ci sono molte persone insicure che con il martellamento continuo della TV e degli amici che si fanno anestetizzare il cervello dalla TV credono che siano loro a sbagliare ad essere brutti/e e diverse invece è esattamente il contrario.” Cd 68

 

“W Simona grida al mondo intero la verità …. la verità è che tutti parlano ma nessuno fa niente per cambiare qualcosa anzi peggiorano la situazione …. il metro ??? e perchè non far salire le ragazze in diretta su una bella bilancia ?? E’ come al film la fabbrica di cioccolato …. quando la bilancia decideva che un uovo non era perfetto lo faceva rotolare giù in discarica ….. potevano far la stessa cosa con le ragazze e quelle che supervano i 50Kg le spedivano via … inghiottite come per incanto dai giudizi e pregiudizi ….
ti aspettavamo con impazienza …. sentivamo la mancanza !!” Bua Kalì

 

“Simona sono pienamente d’accordo con te. Anche perchè porto la 44 e sono alta 160…diciamo che sono formosa. Credo che attualmente assistiamo ad una inversione di tendenza…
Vi consiglio di fare una “navigata” nel sito del marchio “Dove” che da tempo ha capito che il consumatore non si identifica nella modella, ma nella ragazza/donna che subisce lo stress dello studio o del lavoro, che ha figli, marito,ect…e quindi è difficile che possa mantenere un fisico statuario. A meno che non faccia sport.
Inoltre ho visto la sfilata dedicata alla moda “taglie grandi” (anche se le modelle hanno confermato di portare almeno la 46 anche loro erano bellissime….senza cellulite, gambe magre e alte..vabbè…)
Insomma ci stiamo avvicinando (ma siamo ancora molto lontani) a stereotipi + vicini alla cultura odierna.
In fondo effettivamente il corpo cambia con i decenni. E’ vero, il fisico di Sofia Loren non esiste +, ma non esiste neanche il fisico anoressico degli ultimi decenni.
Credo che possiamo identificarci in una 4 di seno (sia per le magre che per le + robuste), in una 44 di vita, + o – 165 di altezza e in un 38 di piede…Spero che non venga fuori un mostro però…”  Sarozza

 

Gli altri commenti li leggerete nel mio libro. Bacione

691274320.gif

 

GENTE DI TROPPO PESO

Cari amici,

sono mancata un po’ ma eccomi ritornata…Volevo parlarvi di un articolo che recentemente ho letto su Novella 2000.

 7ccff775b687e566ac82ce05e754be1c.jpg

Non mi piacciono i giornali di gossip ma ogni tanto li sfoglio….e così mi sono ritrovata l’articolo: Gente di (troppo) peso. L’articolo parla di personaggi famosi che sono un po’ fuori forma secondo Novella 2000 e un dietologo che ha esaminato a lungo le foto dei malcapitati. In pratica Antonella Clerici, Beppe Grillo, Gerry Scotti, Alessandra Mussolini  e Anna Maria Barbera sono stati messi sotto il microscopio e “giudicati” da un dietologo che ha stabilito i chili di troppo, i punti critici e quanto devono perdere.

 

 172cc03c3088fe9f6a4e5136a4829423.jpg

Sono inorridita. In pratica cinque Vip sono stati giudicati come vitelli al macero. Parliamo di persone che sono felici con sè stesse e che probabilmente non hanno minimamente

pensato di perdere peso. Ma allora questi signori di Novella 2000 come si permettono di giudicare chi non vuole essere giudicato? E con quale metro? Il loro? Ma il loro che vuole le donne uguali al max di 50 chili è ovvio che sia fuorviante e poco reale. Questi signori noti sono fieri della loro allegria, delle loro rotondità che piacciono.  Vi assicuro che la Mussolini la trovo così sexy e carnale che mai mi sognerei di vederla più magra. Eppure per il dietologo deve scendere 3 chili. Assurdo….

E che dire della Clerici morbidosa e supersexy??? Anche lei deve perdere 4/5 chili. Ahhh che ridere. Dimagrire per essere magri a tutti i costi. Ma chi l’ha detto che il canone della normalità è tarato sulla magrezza? Perché si continua a inculcare nella mente delle gente che bisogna essere in forma, magri e scattanti??? Chi? Lo star system?? Ecco perché continuerò sempre la mia battaglia contro questo sistema distorto di intendere la bellezza. Un sistema che vuole premiare un’industria della bellezza basata su creme, ritocchi chirurgici e diete che fanno miracoli. A me viene da ridere. Io il peso forma me lo decido da sola. Per me stessa. Non per gli altri….

Svegliatevi illusi…

W LA CARNE

Eccomi ritornata di nuovo a scrivere miei cari.

 

Spontanee queste riflessioni dopo la serata in discoteca di ieri. Sono stata in un bel locale dove nella sala latina ho visto bellissime ragazze in carne. Molte delle quali ho fermato per farle partecipare al mio concorso Miss Pin Up. Ebbene c’era una bellissima colombiana tutta seno e sedere che mi ha lasciata senza fiato.

 313de397ca30a5c1dfa2606c46e3b667.png

E anche una cubana super sexy. Per non parlare delle altre che ballavano ancheggiando e mostrando colpi pieni di curve, carne e allegria. Ebbene corpi così gridano la loro felicità, la vita, la passione, la voglia di piacere. Sono stata davvero bene confrontando l’immagine di molte ragazze che ho visto nell’altra sala: magre, tristi e sconsolate. Due cubiste in particolare che si credono bellissime avevano due braccia come due stecchini, visi smagriti e sguardi spenti. He certo. Si credono bellissime e fanno la fame per mantenere un fisico così sottile che fa una immensa tristezza. Bastava vedere i volti tristi e poco sorridenti per capire tutto: non avevano verve, 0 forme e nessun entusiasmo. I due “scheletri”, veramente le più magre di tutte, si sentivano le regine mentre per me, e i maschietti in sala regine erano le altre ragazze nella sala latina (molte non italiane) che ballavano con i loro corpi torniti a colpi di “culate” e ancheggiamenti da brivido.

2a30550a5b3a9e56840b81a222ce6238.jpg

Mi sono detta: “Questa è la vera donna. Questa è la vita. W la carne”. Mi sono anche domandata se la donna italiana sia più soggetta a questa cultura anoressica chic che le vuole magre a ogni costi. Mi sono risposta che forse è così. In Italia sentiamo tanto l’influenza degli stilisti e delle starlette tv che per entrare negli abiti pietosamente piccoli degli stilisti non mangiano e si torturano il corpo… Che disastro….

Amo molto di più le popolazioni latina, dell’America del sud dove per cultura le donne hanno curve da capogiro perché devono attirare gli uomini super-maschi che non resistono al richiamo della carne…Eh sì… LA CARNE ….

6dac50b276d30b15c351c1b164162536.jpg

LE MISS: “AVETE SCELTO UN’ANORESSICA”

Amici miei

Eccomi a ritornare sull’argomento Miss Italia. Volente o nolente sono costretta a farlo e forse è giusto che lo faccia….

670b67867c4d092e02b2fed654bd0c94.jpg 

 

Ho trovato in rete un po’ di materiale che puo’ interessare. Si tratta di un paio di video: “L’accusa della Modugno a Mariotto” e il “Mariotto che prende le misure”. Si commentano da soli…E’ giusto che li guardiate affinché comprendiate che schifezza è stato questo concorso….

 

http://tv.repubblica.it/home_page.php?playmode=player&cont_id=12860

 

http://tv.repubblica.it/home_page.php?playmode=player&cont_id=12859

 

 

Vi copio questo articolo uscito su Excite.it

I commenti sono utili….

  

Le Miss: “Avete scelto un’anoressica”

Silvia Battisti: 1,80, 51 kg. Taglia 38. Le misure della nuova Miss hanno provocato un intenso malumore nelle concorrenti che hanno dovuto rinunciare alla corona di più bella d’Italia. “Ma – come hanno protestato le ragazz e- ci avete rotto tutta questa edizione di miss Italia con la storia dell’anoressia, che non dobbiamo essere troppo magre, che la taglia 42 deve essere allargata e poi andate a eleggere miss Italia una che non ha nemmeno la taglia 38?“. Un coro di vivaci proteste a cui l’organizzazione ha urlato un minaccioso “Basta“. C’è chi però dell’ entourage di “Miss Italia” se ne infischia e continua ad urlare la propria rabbia.

La campana Raffaella Modugno ad esempio “Dire una cosa e farne un’altra è da ipocriti“. “Silvia è stata la vincitrice – spiega Patrizia Miriglianiperché ha un bel visino ed è la ragazza della porta accanto“. Parole che non convincono più di tanto Simona IzzoSilvia sarà anche la ragazza della porta accanto, ma si tratta di una vicina troppo magra e poi noi volevamo una ragazza dell’attico“. Giuria spaccata: per Fioretta Mari avrebbe dovuto vincere una tra “Miss Puglia e Miss Lazio. Due bellezze atletiche e sane, esplosive, ma Barbara Palombelli e Simone Di Pasquale non hanno voluto sentire ragioni votando Silvia“.

Nella polemica entra anche Oliviero Toscani (che questi giorni ha fatto discutere con la sua campagna choc anti anoressia) “E’ troppo magra, purtroppo le ragazze sono clonate e scelte in base al concetto di bellezza di alcuni teleidioti“. Silvia intanto si gode la vittoria, lasciando ai posteri l’indimenticabile risposta a chi le ha chiesto quali fossero le sue letture preferite “Leggo solo libri d’attualità. Ho appena terminato “Le ultime lettere di Jacopo Ortis…“.