betty page

AGGIORNAMENTO SU BETTIE PAGE: E’ SEMPRE IN COMA

 bettiepageisinthehospital.jpeg

Care amiche continuo a seguire la situazione di salute della mitica Pin Up Bettie Page. E’ sempre grave. Resta in coma e tutto il mondo è con il fiato sospeso in attesa di notizie. La leggendaria Bettie Page ha subito un attacco di cuore martedì 2 dicembre 2008.

L’artista ormai 85 enne era stata ricoverata tre settimane prima con la polmonite e stava per essere dimessa quando ha avuto il grave attacco di cuore.

La Page il venerdì Santo è stata così trasferita in un altro ospedale di Los Angeles e rimane in terapia intensiva, in coma.

“Bettie è molto malata”, ha detto Mark Roesler, il suo manager del Curtis Management Group al The Associated Press.

Un amico di famiglia, Todd Mueller, ha detto che Bettie è in coma. Quando gli è stato chiesto di confermare la notizia ha detto: “Non lo nego ma  non ho ulteriori commenti sulle sue condizioni”.

La notissima Pin Up dal 1990, ha concesso interviste di tanto in tanto, ma ha rifiutato di diffondere la sua immagine.

E poi arriva la notizia peggiore: che Bettie è in coma. Tutte noi in queste ore stiamo pregando per lei.

Scrivete qualcosa su Bettie e postatelo, raccoglierò i comment e li pubblicherò.

Ragazze preghiamo per Bettie.

SOTTO IL VIDEO SUPER DI BETTiE E TEMPEST STORM (A GRANDE RICHIESTA)

 

bettiepage.jpeg

BETTY PAGE, LA PIN UP STA MORENDO

 bettiepage-07.jpg

La notizia  mi ha lasciato senza fiato. Ieri sera ero appena tornata da un sabato trascorso ad una manifestazione di cortometraggi ed ero piuttosto allegra. Ho aperto la posta e letto la mail di un mio amico che mi informava di un evento per me tragico. Leggo una notizia tratta dal Mattino di Napoli

LOS ANGELES (6 dicembre) – Betty Page, la super pin-up degli anni ’50, la prima star mediatica che rivoluzionò i costumi pudibondi dell’america puritana è in coma in una clinica di Los Angeles. Ha 85 anni.
Posò, provocante e sorridente,  per fotografie di moda e in immagini fetish che l’hanno resa un’icona. A lei, infatti, ha sempre detto di ispirarsi Dita Von Teese, spogliarellista ed ex moglie di Marilyn Manson.

Mi devo ancora riprendere. La regina delle Pin Up Betty Page è in coma. Si sta spegnendo. E con lei finisce l’epoca più bella, sensuale e seduttiva delle donne: gli anni delle Pin Up degli anni ’40 e ’50. Con Bettie sta per spegnersi l’energia della prima donna che dette una scossa all’america puritana con i suoi completi mozzafiato ed i suoi tacchi a spillo altissimi. Soffro davvero. E con me i fans di tutto il mondo. A momenti Bettie Page ci lascerà per sempre. Il suo sorriso da ragazzona americana finirà per sempre di affascinare. I suoi occhi si chiuderanno per sempre. A Betty che amo e che sento parte di me  voglio augurare un trapasso indolore e rapido per consentirle di riposare in pace per sempre. Lei andrà. A noi resteranno per sempre le immagini gioiose, festanti, felici e scanzonate che ne hanno fatto un mito ed un marchio d fabbrica. A breve sarà legittimato dalla morte. E la sua leggenda sarà completa. Io mi sento svuotata, persa e smarrita in questo momento. Saperla in vita mi consolava, me la faceva amare molto di più. Ora inizio a sentirla lontana, distante per la morte che sta per farle visita. Scrivo e sto piangendo. Non lo nascondo. Lacrimoni scendono giù dalle mie guance e mi ricordano che la morte non potrà mai essere sconfitta. Mai. Adesso viene e si porterà via Betty per sempre ma non potrà portarla via dai nostri cuori e dall’amore che tanti di noi provano per una donna così speciale.

Una donna che ha cambiato i costumi e la vita di tante donne.

bettie scontr.jpgA Betty che lottando contro la morte voglio dare una carezza ideale e dirle che resterà sempre dentro di me. Vorrei dirle:

“Cara Betty anche se non mi conosci io ti considero una sorella, la mia grande maestra della seduzione e della femminilità. Tu per me sei stata importantissima, la donna a cui mi ispiro nella mia ricerca quotidiana della femminilità. Avrei voluto essere libera e senza pregiudizi come te, avrei voluto conoscerti almeno una volta. Ti porterò sempre nella mia anima come un marchio indelebile. Ci ritroveremo un giorno nell’aldilà. Grazie per tutto quello che sei stata.” Simona

In ricordo di Betty questo bellissimo video. Non dimenticatela mai e ricordatela così. Lei è la regina delle Pin Up. L’unica.

BETTY PAGE LA REGINA DELLE PIN UP

 428914450.gif

 

Da Wikipedia:

 

 

Bettie Page, all’anagrafe Betty Mae Page (Nashville22 aprile 1923), è una modella statunitense conosciuta per essere stata una delle prime e più note Pin Up. È stata attiva soprattutto negli anni Cinquanta. Oltre a posare per fotografie di moda e da Pin Up, è apparsa anche in immagini di genere fetish che le hanno fruttato popolarità e fan anche al di fuori dell’ambito strettamente legato alle arti visuali erotiche.

 

Parlare di Bettie non è facile. Si sa tutto e non sono qui per scrivere ciò che ormai si sa già. Intendo tratteggiare quello che Bettie mi ha trasmesso e quello che sento su un personaggio così importante nell’immaginario maschile. Una delle donne che ha cambiato la mia visuale di intendere le donne stesse, me stessa e la femminilità è stata Bettie. Anni fa quando di lei sapevo poco e niente e quando non ero approdata ancora allo style Pin Up mi sono fatta tatuare sul braccio destro una donna con le ali e con frangia, guepiere, calze, reggicalze e frusta in mano. Era la mia idea di donna. Quella a cui volevo tendere da quel momento in poi. Una donna iper femminile, sensuale e dominante. Bellissima femme fatale. Dopo qualche anno alla luce delle mie conoscenze del mondo e della cultura Pin Up ho capito che avevo tatuato Betty Page. Assurdo… Vedendola in foto, nei filmati e in ogni sua rappresentazione artistica ho capito che era una sorta di icona al di là di tutti i tempi ed età. Una figura femminile scritta da secoli ed interpretata alla perfezione da Betty. La mora dominante, fetish con una femminilità dilagante e “assassina”.

Sono passati tanti anni e nonostante Bettie non  sia morta e goda di buona salute le sue immagini e le sue foto sono ancora reali. Sono impresse nella mente di tutti noi e quando pensiamo a lei la immaginiamo giovane, bella e sensuale proprio come era allora.

 1944298502.gif

 

Nonostante ora sia una bella “vecchietta”. Questo perché il suo viso ed il suo corpo è stato “marchiato” nella nostra mente e nel cuore di ognuno di noi. E anche se la vedessimo ora come è realmente penseremmo sempre a lei come era prima. Questo perché è diventata un’icona del Pin Up Style e una donna entrata ai primi posti nella classifica delle sexy girl che animano l’immaginario maschile come la biondissima Marilyn Monroe. Solo che quest’ultima è morta ed il suo mito ne ha legittimato ancor più la sua immagine inarrivabile. Mentre Bettie è viva ma ed è un mito vivente che appassiona milioni e milioni di uomini e donne nel mondo.

 

 

 

 2081400140.gif

La sua estetica Pin Up ovvero la sua fortunatissima pettinatura con la frangia ha creato un “modello” di donna così sexy e affascinante da indurre molte a copiarla ed emularla. Anche io porto la frangia perché il mio look si ispira a lei anche se ho cercato di personalizzare il mio stile tingendomi di rosso perché è il colore della passione. Modelle e donne di ogni città del mondo sfoggiano la classica frangetta Pin Up. Non certo per assomigliare a Betty, perché è impossibile, ma più per segno distintivo e di appartenenza a una cultura, quella Pin Up, l’unica che in passato ha esaltato la femminilità delle donne e la rotondità del corpo alla massima potenza.

 

 

Per questo amo questo style, proprio perché ha sempre dato rilievo alle donne formose ponendole sul piedistallo e mostrando al mondo che proprio la femmina così rotonda era la più desiderata. Erano tempi dure per le magre che a causa dei patimenti del dopoguerra venivano additate come denutrite e la loro immagine giudicata poco rassicurante. A favore di corpi più sexy e prosperosi..Che bei tempi. Vorrei tornare indietro nel tempo…Invece mi trovo in un mondo che non ho creato io ma da uomini che hanno anteposto i loro interessi economici a quello dell’umanità proponendo un ideale di bellezza impossibile e “gayo”. Gli stilisti infatti stanno affermando sempre più il loro di ideale di bellezza anoressico e malato (possono mai apprezzare la donna formosa gli omosessuali?….) per continuare a guadagnare sul sangue di milioni di vittime che cadono o inciampano di fronte al loro volere. Una vera carneficina.

Betty Page? Credete che oggi gli stilisti l’avrebbero fatta lavorare? O l’avrebbero bollata come soprappeso e rispedita a casa per perdere 15 chili? L’avrebbero trovata sexy? E allora come mai attualmente Betty è un sogno erotico per tanti uomini che non trovano sexy le modelle e le magre? Questo vi dimostra pienamente che tra gli stilisti, e chi propone modelli di bellezza filiforme, e le donne, che piacciono agli uomini, esista  un abisso…  967680543.gif

 

Sinceramente se il trend non cambierà ci troveremo a sognare Betty o la Monroe sperando che ne nascano sempre più di donne conturbanti così… Ormai possiamo sperare in una seconda vita. In questa vedo difficile ribaltare le cose. Gli interessi sono troppo alti…

LOOK DELLA PIN UP

c4b2673a37eb4d7bef1c733cca53b9ba.gif 

 

CHI E’ LA PIN UP

Con il termine di Pin Up si indicano generalmente le ragazze – solitamente procaci, ammiccanti e sorridenti – fotografate in costume da bagno o intimo le cui immagini, durante il secondo conflitto mondiale, iniziarono a diffondersi su molte riviste settimanali degli Stati Uniti.

Questo fenomeno attirò in maniera sempre maggiore l’attenzione soprattutto dei lettori uomini, e in particolare registrò un incredibile successo fra i soldati impegnati al fronte, che usavano appendere le fotografie di queste ragazze nei loro armadietti o nelle loro tende.

Questa categoria di “sex-symbol” venne identificata col nome di Pin Up, e appunto stava a indicare una categoria di splendide ragazze, sensuali e affascinanti, prive di quell’alone di mistero che aveva caratterizzato le “dive” degli anni trenta, elemento che contribuì di certo a conferire loro il favore del pubblico.

Erano, queste, tipiche bellezze americane, dalle gambe lunghe, seno prorompente e nasino all’insù, quindi prosperose ed attraenti ma dallo sguardo sereno ed armonioso.

 

706a66a2596791e005e93d7c9dfa8ce3.jpg

LOOK PIN UP

Bellissima pelle candida, chiarissima. Anzi lunare. La Pin Up si distingue per il suo incarnato sempre molto chiaro.

Il look è netto, distinto: labbra rosse e rossetto color fuoco caratterizzano la vera Pin Up. Unghie dei piedi e della mano rosso fuoco che si intono a labbra da vere femme fatali.

Le donne diventano vere seduttrici e mettono in mostra il corpo e la biancheria intima con orgoglio ostentando le loro curve sottolineate da una lingerie retrò e molto sexy.

I capelli sono neri, biondi o rossi lunghissimi sulle spalle arricciati alle punte caratterizzati dalla classica frangetta bombata lanciata da Betty Page, la prima Pin Up diventata una vera e propria icona del Pin Up Style.

Sorriso, voglia di apparire e di mostrarsi: la vera Pin Up veste con corsetti, stringivita, bustier, calze e reggicalze con la riga dietro. Costumi e intimi retrò con merletti, ruche, e baby Doll ultra sexy. Decoltè scintillante coperto da una pioggia di glitter.

Le calze sono il punto di forza della vera Pin Up: con la riga dietro nera e color carne sulle gambe, oppure a rete, carne con riga e fascione rosso, rosa. Insomma l’intimo diventa un must.

Completano tutto il look Pin Up le scarpe altissime: decoltè nere di vernice o pelle nera, rossa, sabò e decoltè che lasciano scoperto il dito del piede con lo smalto rigorosamente rosso.

La Pin Up tipica è quella con taglia 44 o 46 ma anche quelle più magre (purchè ben proporzionate) possono essere chiamate Pin Up.

Anche se questa biancheria intima anni ’40-’50 si sposa alla perfezione con fianchi larghi e torniti e sederi molto sporgenti. Il tutto è completato da un seno florido e abbondante. Pensate a donne come Marilyn Monroe o Betty Page. Che fisici pieni di curve…Tante curve, tanto sesso. Chiedetelo ai maschietti…

Per questo la Pin Up è orgogliosa delle sue forme, della sua pettinatura e della lingerie che indossa: sa che è appetitosa come un bignè…

Per chi desidera vestirsi sexy come le Pin Up è d’obbligo un giro sul WOMAN SHOP:

il primo Pin Up Store d’Italia del web www.womanshop.it

Guarda il video: