reggicalze

IL REGGICALZE: FETICCIO DI IERI E DI OGGI

15c73f600d28cf6dda1be8f131261832.jpg

Il reggicalze. L’oggetto dei desideri, il feticcio dell’abbigliamento femminile.

Un sogno proibito che accende le fantasie degli uomini.
Quella striscia di stoffa con 4 o 6 elastici che mantengono le calze e rendono sexy le gambe e l’inguine. Nero, bianco, colorato e a mille fogge. A mio parere il reggicalze è l’indumento più sexy della lingerie di una donna. Impossibile resistere. Impossibile che non “faccia effetto”. E’ il re della lingerie.

Il più lussurioso. Esprime tanto e non può essere equivocato. La donna che lo indossa è una maestra di seduzione che sa come fare impazzire gli uomini.
Si appoggia maliziosamente sui fianchi e consente di mantenere le calze che cingono gambe e cosce. Musica paradisiaca per le orecchie dell’uomo. E’ indicato soprattutto nei fisici formosi quando sono presenti gambe tornite e invitanti.

Un po’ di storia…

Il reggicalze è un indumento intimo femminile formato da una cintura (o una fascia), che cinge la vita e si appoggia ai fianchi, e da nastri elastici (in genere quattro o sei) con mollette a cui si fissano le calze. La leggenda ne attribuisce la paternità a Gustave Eiffel.

5e4ae3d350222a1bf6486b0456acf868.jpg

La Seconda Guerra Mondiale e la conseguente ristrettezza economica posero un freno alla sua diffusione. Dopo la guerra, dagli Stati Uniti iniziarono ad arrivare le calze in nylon.
La moda stava cambiando e il reggicalze prendeva una cattiva reputazione, diventando un segno di riconoscimento delle prostitute.
9168e7ec5180eaae4c71da14a1e9fa8b.jpg
Poi negli anni ’40-’50 diventò l’elemento caratterizzante delle Pin Up americane, bellissime donne formose che iniziarono a popolare l’immaginario collettivo maschile.
Betty Page elesse il reggicalze il re del suo guardaroba fino a quando è diventato un elemento di seduzione pura.
 

Calze e reggicalze sono il must per la donna di oggi che vuole sedurre ed essere sexy con signorilità e charme.