stilisti

MODELLA DI 1,75 PER 53 CHILI LICENZIATA PERCHE’ GRASSA

20091015_6984_filippa.jpgSono inorridita.. Ogni giorno che apro il pc c’è qualche notizia che denigra e offende NOI donne in carne. E quelle di oggi sono un insulto alle donne mediterranee.

Tutte riguardano di stilisti che ritengo ormai passati, sul viale del tramonto. Parliamo di  Ralph Lauren, Renato Balestra e Karl Lagerfeld.

Icone di una moda assolutamente innaturale e illusoria. Di un mondo patinato che non esiste più.

Sono davvero incaxxata e non immaginate quanto. Ormai la situazione sta degenerando e credo che siamo proprio arrivati alla frutta.

Giorni fa sul mio blog vi ho parlato dell’ ultima campagna pubblicitaria per il marchio Blu Label di Ralph Lauren.

La modella Filippa Hamilton, taglia 44, è stata  “ridotta” in scheletro umano dopo il trattamento della sua foto con Photoshop per farla apparire snella e magra. Uno scandalo davvero. L’immagine ha fatto il giro del mondo e Lauren si è scusato per l’immagine sbagliata e distorta della modella che ne è venuta fuori.

Oggi la notizia BOMBA: Filippa è stata licenziata dallo stilista perché definita GRASSA. Un metro e settantasette per 54 chili ed è stata definita soprappeso.

Dall’articolo di Leggo Gossip si legge: “La ragazza, racconta il tabloid newyorchese Daily News, lavorava con questa azienda dal 2002 e la considerava “una sua seconda famiglia”.

Era rimasta sconvolta nel vedere una sua foto pubblicitaria ritoccata con Potoshop, che la rendeva ancora più sottile, magrissima da far spavento.

La campagna era destinata solo al mercato giapponese, tuttavia la ragazza ha subito uno choc nel vedere la sua faccia attaccata ad un corpo così innaturalmente smunto. Ma tutto poteva immaginare tranne che un giorno sarebbe stata cacciata per motivi di peso.

Mi hanno licenziato – ha raccontato la modella – perché secondo loro sono sovrappeso e non sono più in grado di indossare i loro vestiti”.

Diversa le versione fornita dalla casa di moda: “Filippa è una ragazza bellissima e assolutamente sana. Tuttavia – si legge in una nota – il nostro rapporto con lei s’è interrotto per colpa della sua incapacità a rispettare gli obblighi previsti dal suo contratto”.

Assurdo. Una ragazza di 23 anni bella, anche MAGRA di un 1,77 per 54 chili è grassa. E noi donne reali che siamo con le nostre taglia 44-46-48 ecc? Donne cannone???

 modella2_pop.jpg

Come vi ho sempre detto il male sono gli stilisti. E’ il marcio da estirpare per sconfiggere anoressia e bulimia. Sono dei veri e propri MOSTRI che attentano alla nostra salute.

Sentite cosa ha detto delle modelle che sfilano per lui Renato Balestra in un programma di Rai 1: “Sono ragazze sane, normalissime di 1,75 di taglia 38-40”. Normalissime? Ma normali rispetto a chi? Ai cadaveri?

Ma si rende conto che donne così magre esistono solo nella fantasia di stilisti gay frustrati che non avranno mai il piacere di accarezzare morbide curve ed avere un’erezione?

Il concetto di tutti è questo: “Spostiamo i canoni della normalità in fatto di taglie per fare sentire tutte le donne grasse e frustate. E’ tutto marketing, lavaggio del cervello. Null’altro..

Infine vi cito quello che ha detto il tedesco in un articolo da Il Giornale.it:Nessuno vuole vedere donne cicciottelle. Solo le mamme grasse sono contrarie alle modelle che sfilano in passerella sul piccolo schermo”. Questo il commento della recente decisione della rivista Brigitte di mettere al bando le professioniste della moda a favore di “donne comuni”.

0308-karl-lagerfeld-beth-ditto_fd.jpgCi sono mamme grasse – insiste il couturier sul settimanale Focusche si siedono davanti al televisore con i loro pacchetti di patatine e dicono che le modelle magre sono brutte. Il mondo della moda è fatto di sogni e illusioni e nessuno vuole vedere donne rotonde”. Detto questo lo stilista ha definito “assurdo” il dibattito sulle modelle troppo magre, che ha spinto la rivista Brigitte a cambiare corso. Karl, che come sapete odia Heidi Klum, Seal e in generale troppa carne umana addosso alle ossa, ha detto chiaro e tondo come la pensa riguardo alla taglia delle modelle in passerella.

Ahhah è patetico…Andasse a chiedere agli uomini se piacciono o no le donne rotonde. Altro che. Non mi resta che compatirlo come gli altri.

Ma la cosa non finisce qua. Preparerò una lettera da inviare alla stampa nazionale e sto per lanciare l’iniziativa web Pin Up del 2000: il programma web per donne con le curve fatto da tutte noi. Un modo per farci sentire. Ma di questo vi parlo prox.

GLI STILISTI “ASSASSINI” DELLE DONNE

04.jpg

Torno a voi cari amici e lettrici con sempre maggiore carica e grinta. Finalmente i media cominciano seriamente a parlare di me, delle donne in carne, delle modelle burrose.

Vi segnalo questi due articoli su usciti tra oggi e ieri. http://news.biromode.it/231-La-moda-scopre-le-donne-dalle-taglie-forti-labito-piu-sexy-e-il-corpo.html#extended

In questo articolo si parla di Lizze Miller, la sexy modella Plus Size che sta facendo impazzire il mondo, di me e del mio concorso Miss Pin Up e di Valeria Marini. Bellissimo articolo di Ciro iodice.

Altro articolo firmato sempre da Ciro qui: http://www.fashion-fetish.info/

Argomento il reggicalze. Ne ho parlato in questo blog, nel mio libro Pin Up del 2000 e ho un sito dove vendo i miei reggicalze con il marchio Femmina Pin Up www.femminapinup.com

Tornando al nostro mondo popolato di donne con le curve sono felicisima di potervi parlare e mostrare le foto di questa sfilata di intimo in Colombia, a Calì. “Ma attenzione – spiega sempre Ciro nel suo eloquentissimo articolo – non si tratta nè di taglie forti, nè di donne sovrappeso: modelle comunque magre, ma oltre che formose, anche indubbiamente toniche e muscolose, dove la massa magra però non interrompe l’armonia di un corpo curvilineo.

Stiamo riscoprendo e rivisitando le misure 90-60-90 che tanto piacevano una volta e che anche trasformati in 100-70-100 non sfigurano affatto e soprattutto piacciono sia alle donne che agli uomini, perchè sensuali, sexy e provocanti. I modelli penetrano prepotentemente nel nostro cervello attraverso una miriade di fonti, mediatiche e non, e sono in grado di spazzare via anche le più salde sicurezze”.

In effetti le foto sono mozzafiato. Bellezze statuarie con curve, balestrate e decisamente più sensuali dei manichini umani che abbiamo in Italia. Guardando queste foto mi rendo conto come solo da noi gli stilisti non capiscono un tubo. Continuano a proporre donne ossute ed abiti per questo tipo di donne che da noi sono davvero poche (naturali e non anoressiche). Ma poi ho fatto una riflessione agghiacciante che farà riflettere pure voi…

modelle-taglie-forti-alle-sfilate-in-colombia.jpgHo capito GLI STLISTI ODIANO LE DONNE ma fanno soldi su di noi. Non ci rispettano. Non ci amano. Ci deturpano. Ci fanno ammalare. Ci fanno odiare i nostri corpi e fanno di tutto per renderci la vita piena di depressione e complessi. Sono loro con i diktat che lanciano sulle passerelle a condizionare le modelle in passerelle che se non sono sottopeso non lavorano e poi noi ovvero i consumatori finali.

In questa spirale di profondo odio verso la donna hanno costruito gli immensi patrimoni e le carriere tv. Fanno finta di amarci e di vestirci per esaltare il corpo. Fingono. In realtà sono dei feroci mutilatori ed “assassini” di donne. Della loro femminilità, della loro vitalità. Spengono il sorriso delle modelle sulle passerelle che appaiono emaciate, smagrite, depresse, tristi. Spengono la femminilità. Direi che la SOPPRIMONO. E a noi pubblico anche se indirettamente accade la stessa cosa. Sanno quale è il problema ed il rischio anoressia che le donne incorrono ma continuano a propinarci donne ossute, dimagrite sempre più grazie a Photoshop.

Come il caso dell’ ultima campagna pubblicitaria per il marchio Blu Label di Ralph Lauren (in foto sotto). Filippa Hamilton, taglia 44, è stata così “ridotta” in scheletro umano dopo il trattamento della sua foto con Photoshop. La testa più grande del busto e della vita, le gambe sottilissime infilate nei jeans: l’immagine di una modella pelle e ossa rappresenta quella della campagna pubblicitaria di Lauren che si è scusato per l’immagine sbagliata e distorta della modella che ne è venuta fuori.

modella2_pop.jpg

Ma non è meglio nella foto a dx con la sua stupenda 44??

Ancora una volta è colpa degli stilisti…Come ribadisce anche il video shock della modella anoressica del cartellone pubblicitario di Toscani. 31 chili: pelle o ossa per gridare al mondo il suo dolore di bambina e di donna ora. Anche lei nell’intervista dà la colpa alla moda, alle sfilate, agli stilisti. “Dietro gli abiti, il trucco, le belle donne e le sfilate c’è LA MORTE – dice -. Ho posato nuda per fare capire alle ragazza che la magrezza non è sempre necessaria per lavorare nel mondo dello spettacolo”.

 

Guardate il video shock:

GLI STILISTI? ASSASSINI !!!

 1881579437.jpg

 

Sono inorridita…Sdegnata. Incaxxata…

Da quando ho aperto questo blog mi ero ripromessa di non inserire mai immagini di donne che non fossero in armonia con il mondo meraviglioso che ci circonda.

Ma ora ho scelto di farlo. Per darvi questo pugno nello stomaco come l’ho provato io vedendo queste foto.

Si tratta di giovani anoressiche e girano sul web. Le ho trovate, guardate e analizzate. E sono sempre più incaxxata perché ribadisco il concetto che la moda e gli stilisti SONO LA CAUSA DI TUTTO.

Guardate attentamente le foto e capirete: si tratta di modelle anoressiche vestite per sfilare mentre sono al trucco o al ritocco make up. E sono lì di fronte al truccatore/ice seminude, scarne, senza vita…Mucchietti di ossa pronti per la passerella.

E il truccatore/trice sta lì tranquillo. Ma non le vede? O le guarda e basta?

Sapete che c’è differenza tra il guardare e il vedere. Ma come fanno a truccarle? Perché non le mandano a casa spiegando che sono malate? Perché fanno finta di non vedere? Mi si gela il sangue al solo pensiero…

E gli stilisti allora? Loro nemmeno le guardano? O sono così invisibili da non meritare nemmeno un  po’ di attenzione?? Ma se sfilano in passerella sicuramente gli stilisti le guardano. Ovvio. Devo controllare che i loro vestiti facciano una gran bella figura in passerella dentro mucchietti di ossa che camminano…

E come possono vederle così ridotte e mandarle in passerella? Ma non capiscono quello che stanno passando quelle povere donne?

E allora perché si ostinano a dire che non c’entrano? Come mai sono tante le modelle anoressiche? Come mai la brasiliana Caroline e sua sorella erano anoressiche e sono morte entrambe?

 

84921970.jpeg

 

Vi siete chieste perché sono così magre le modelle? Per lavorare. Per essere prese ai casting. Perché se portano la 42 rischiano di essere tagliate dal comparto.

E chi detta queste assurde leggi? Chi decide? Chi detta i diktat della MODA? Gli stilisti. Sempre e solo loro. Spesso nascondono la testa e sono proprio loro ad alimentare la piaga dell’anoressia e bulimia. Ma non mi facciano ridere quando negano. SONO BUGIARDI. Lo sono stati e lo saranno sempre. Perché? Per guadagnare soldi, milioni di euro su una lunga scia di sangue.

 

ASSASSINI….

 

1688776467.jpg 
368147230.JPGps questa è una foto ritoccata. E’ Angelina Jolie Anoressica. Una precisazione per evitare polemiche stupide…:))))