vita

VITINO DA VESPA? IMPOSSIBILE OGGI

 

ventre-c.jpg

 

Care ragazze ho letto inorridita gli ultimi post e qualche commento che non ho volutamente commentare per vedere la reazione “generale” ma quando ci vuole ci vuole…

Innanzitutto noi qui difendiamo le donne formose che non sono le cosidette grasse o sovrappeso ma le donne comuni come siamo tutte.

Parliamo di donne comuni, che lavorano, che hanno dei figli, o giovani donne a adolescenti dal corpo mediterraneo. Io mi riconosco in questa tipologia di donne nonostante sia Pin Up per passione e lavoro.

Detto questo vorrei specificare che alcune Pin Up avevano il punto vita stretto e braccia e gambe magre come specificato da una nostra amica. Ma altre avevano cosce, sederi e seni molto generosi. L’unica cosa che avevano di stretto era la vita. Ma rapportata alla loro altezza. Bettie aveva la vita stretta ma anche gambotte e fianchi taglia 46 odierna. Quindi non era assolutamente magra.

Marilyn all’inizio era magra ma guardate un po’ la foto postata.

 

 

 

 

Marilyn-Monroe-oversized-postcard--.jpgDunque il discorso è semplice e non fa una piega. Ogni vita si adatta al corpo che abbiamo. Purtroppo nel corso degli anni ( e ne scriverò più avanti) il corpo della donna si è modificato da una tipologia a clessidra con fianchi larghi a vite più abbondanti senza molto stacco tra seno e sedere. Ma questo dipende da tanti fattori: ereditari, di alimentazioni e abitudini di vita.

Risultato? Belle donne con vite larghe. O corpi forzosamente morbidi senza il famoso stacco a clessidra. Guardate me. Io non ho 60 di vita ma sui 77-78 per 1,70 di altezza e allora non sono sexy o bella???

Io sono un caso lampante no? Se avessi la vita 60 sarei più bella? Non sarei proporzionata con le mie forme. A parte Bettie e Jane Russell le Pin Up erano piccoline  e quindi un 60 di vita aveva un senso.

Leggete cosa ho scritto nel mio libro ho scritto:

Le classiche misure 90-60-90? Da sempre il nostro metro di valutazione per indicare un corpo perfetto sono completamente sballate riportandole alle donne di oggi. Le misure erano perfette sulle donne alte massimo 1,60 cm (infatti sono misure degli anni 50 quando le soubrette difficilmente superavano quell’altezza).

Su una ragazza di 1,70 queste misure risultano improponibili.

Se la Barbie fosse una donna vera, potrebbe camminare solo carponi perchè, con le sue proporzioni, non potrebbe stare diritta in piedi. Se i manichini nelle vetrine fossero delle donne vere avrebbero le anche troppo strette per fare dei figli.
                                      

Questa la tabella del peso ideale per la moda negli anni (da dati pubblicati su internet):

anni ‘50 e ’60:  1.73 per 60-61 kg

anni  ‘70 e ’80: 1.73  per 53 kg

anni ’90: 1.79 per 50 kg (e anche meno)

Attualmente la media delle donne e’ nella fascia 1.63 per 60 kg circa

Le statistiche parlano chiaro:

le donne fino a 35 anni sono “over taglia 46” per il 31%;

tra i 36 e i 54 anni over per il 56%;

oltre i 54 anni over per l’83%.

La donna media italiana di oggi pesa 66 kg.

Infine vorrei ricordarvi che siamo qui per amarci e accettarci senza metro alla mano sognando come potremmo stare con 4 o 10 chili in meno. Chi tra noi lo fa è schiava e vittima dei diktat della moda e ragiona con la loro testa.

tempeststorm-temp63.jpgDa quando ho aperto il blog mi sono riproposta di fare sentire bene e “a casa” tutte voi Pin Up del 2000 e sarà sempre così.

Chi si preferisce scarna e magra per essere accettata e piacersi ci fa una immensa tristezza perché ancora non è una “risvegliata” come nel film Matrix. Noi la pillola rossa l’abbiamo presa e ora vediamo con i nostri occhi…Vero ragazze?…

Vi voglio bene.

LA CAMMINATA PIU’ SEXY

dal Corriere della Sera 25/8/2007 

 

La camminata più sexy

 933948585d48d6dcf429ac0ea9591e39.jpg

All’Università di Cambridge hanno calcolato che per averla più bella il rapporto fra fianchi e vita si deve avvicinare a 0,7 LONDRA – Jessica Alba ha la camminata sexy per eccellenza. Secondo il quotidiano inglese Daily Telegraph lo dice la matematica che, in questo caso, non è davvero un’opinione ma una certezza stabilita da una formula numerica e confermata dalle reazioni da testosterone impazzito che la vista della bella attrice provoca sul pubblico maschile. Gli scienziati dell’Università di Cambridge hanno, infatti, calcolato che è il rapporto fra fianchi e vita a caratterizzare la tipica camminata femminile e che tanto più questo rapporto si avvicina a 0,7 (il valore ritenuto perfetto), tanto più la signora in questione si muoverà con sensualità e grazia, enfatizzando al meglio il movimento delle anche che fa così impazzire gli uomini (e provoca travasi di bile in quelle donne che, invece, sono rigide come un manico di scopa).

 

63 x 91 – Stando ai matematici inglesi, le misure ideali sono 25 pollici per la vita e 36 per i fianchi (ovvero 63 centimetri per la vita e 91 per i fianchi) e una donna con queste proporzioni (guarda caso, Jessica Alba) assume naturalmente una falcata sexy eppure elegante quando cammina. E calcolando poi il rapporto fra i due valori, il numerino magico che viene fuori è 0,69, molto vicino a quello 0,7 di cui sopra, che, come detto, rappresenta il coefficiente perfetto dell’incedere femminile.

 

In base a queste disquisizioni matematiche, la splendida protagonista dei «Fantastici 4» ha battuto bellezze come Kate Moss (che sul modo di camminare ci ha costruito addirittura una carriera) e Angelina Jolie, per non parlare della divina Marilyn Monroe, il cui conturbante ancheggiare sulla pensilina del treno in «A qualcuno piace caldo» appartiene alla storia del cinema ed è entrato di diritto nell’immaginario erotico maschile. Formula alla mano, gli scienziati di Cambridge hanno, infatti, scoperto che mentre il rapporto vita-fianchi della Diva per antonomasia si avvicinava (ma non raggiungeva) 0,69, quello della sexy Jessica dà, invece, il risultato perfetto.

 

 

 

 

375b8768c82170d8531d62a103b10862.jpg